Marie Louise de La Tour d'Auvergne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marie Louise
Portrait presumed to be Marie Louise de La Tour d'Auvergne, princess of Guéméné called the princess of Rohan (1746, Jean Marc Nattier).jpg
Principessa di Guéméné
Nome completo Marie Louise Henriette Jeanne de La Tour d'Auvergne
Nascita Hotel de Bouillon, Parigi, Francia, 15 agosto 1725
Morte Parigi, Francia, 1793
Padre Charles Godefroy de La Tour d'Auvergne
Madre Maria Carolina Sobieska
Consorte Jules Hercule Mériadec de Rohan
Figli Henri Louis Marie, Principe di Guéméné

Marie Louise de La Tour d'Auvergne (Marie Louise Henriette Jeanne; 15 agosto 17251793) fu una nobildonna francese appartenente al Casato di La Tour d'Auvergne. Fu Principessa di Guéméné per matrimonio.[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Marie Louise era il primo figlio nato da Charles Godefroy de La Tour d'Auvergne e da sua moglie Maria Carolina Sobieska, che era nipote di Giovanni III Sobieski, re di Polonia, e sorella maggiore di Maria Clementina Sobieska,[1] moglie di Giacomo Francesco Edoardo Stuart. Ebbe un fratello minore, Godefroy Charles Henri, che successe alla loro madre come Duca di Bouillon.

Una pronipote di Giovanni III Sobieski era anche un'ereditiera particolarmente ricca. Questo fu il motivo principale per cui Luigi XV di Francia fu particolarmente interessato a lei nelle sue prospettive di matrimonio.

Mademoiselle d'Auveregne fu proposta come sposa per Onorato III, Principe di Monaco.[2] Questi era figlio di Luisa Ippolita, Principessa di Monaco e del suo consorte Jacques Goyon de Matignon. Anche se i piani di matrimonio furono annunciati alla corte il 26 gennaio 1741,[2] alla fine lo sposalizio non si celebrò mai.[2]

In conclusione, Marie Louise andò a nozze con Jules Hercule Mériadec de Rohan, duca di Montbazon, principe di Guéméné.

La coppia si sposò a Parigi il 19 febbraio 1743, quando lei non aveva ancora diciassette anni. Jules de Rohan era figlio di Hercule Mériadec de Rohan, Duca di Montbazon, Principe di Guéméné (1688–1757) e di Louise Gabrielle Julie de Rohan[1] (1704–1741). Due anni dopo nacque loro un figlio, che ebbe il nome di Henri Louis de Rohan.

Attraverso sua madre, Marie Louise poteva vantare di essere cugina dell'Imperatrice del Sacro Romano Impero e anche dell'Elettrice di Sassonia. La sorella di suo padre, Anne Marie Louise de La Tour d'Auvergne, si era già sposata nel casato di Rohan, i cui membri erano annoverati tra i princes étrangers alla corte di Versailles. In quanto tali, essi avevano l'appellativo di Altezza e il diritto di possedere un grado superiore ad altri membri della corte.

Nel novembre 1746 Marie Louise contrasse il vaiolo[1], che a quei tempi era spesso una malattia mortale, ma riuscì a sopravvivere.

Durante la sua convalescenza, la sua famiglia ricevette una nota di simpatia da un suo cugino di primo grado, Carlo Edoardo Stuart, noto anche come il Giovane Pretendente. Recuperata la salute, nel mese di agosto 1747 i due si incontrarono, e Maria Luisa si innamorò appassionatamente di questo cugino, che ricambiava i suoi sentimenti, e cominciarono una relazione.

Nell'entourage di Louise l'adulterio era ampiamente accettato fino a quando le cose avvenivano nei limiti della discrezione. Tuttavia, poiché né Marie Louise né suo marito erano stati precedentemente infedeli, sua suocera la sorvegliava severamente mentre suo marito era in Olanda con l'esercito francese, e aveva ordinato ai suoi servitori di custodire la sua virtù. Marie Louise e Carlo allora ricorsero ai vetturini segreti di mezzanotte; ma la suocera aveva allertato la polizia di Parigi che riferiva tutto ciò che succedeva.

Dopo pochi mesi, Marie Louise rimase incinta del proprio amante e si presume che avesse ripreso a dormire con il marito, ritornato incolume dalla campagna militare, per fargli credere che fosse lui il padre del nascituro. Ciò provocò la gelosia di Carlo Edoardo e i pettegolezzi cominciarono a diffondersi. Nel gennaio 1748, di fronte a suo padre e alla suocera, Marie Louise fu costretta a scrivere a Carlo e a porre fine alla loro relazione. Ciononostante, a Carlo fu ancora permesso di far visita a lei e alla sua famiglia in modo da smentire qualsiasi diceria su di loro.

Nella disperazione, Marie Louise scrisse molte lettere a Carlo, minacciando il suicidio se lui non si fosse recato a trovarla, cosa che il suo ormai ex amante effettivamente fece, ma solo per dirle che aveva ora un'altra donna, Clementina Walkinshaw. Clementina diede poi alla luce Charlotte Stuart, duchessa di Albany,[1] l'unica, tra i figli di Carlo, a sopravvivere all'infanzia.

Il 28 luglio 1748, Marie Louise partorì un neonato maschio, che fu battezzato Charles Godefroi Sophie Jules Marie de Rohan. A questo figlio non ne seguirono altri.

Louise visse almeno altri trentatré anni e pare che non fosse mai più infedele al marito. Secondo le apparenze, serbò una condotta irreprensibile come moglie e come madre. Faceva apparizioni occasionali a corte, più avanti negli anni si avvicinò alla pratica religiosa e dedicò gran parte del suo patrimonio ad opere di beneficenza.

Quando morì, fu sepolta nel Convent des Feuillants. Tuttavia, vi è incertezza su come e quando esattamente sia morta: se nel mese di settembre 1791, per cause naturali dovute all'età, per quell'epoca, avanzata, oppure sulla ghigliottina, al tempo del Terrore, nel 1793. Quest'ultima versione è ampiamente accettata.

È attraverso Marie Louise che gli attuali Principi di Guémené sono i pretendenti al Ducato di Bouillon.

Figli[modifica | modifica wikitesto]

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Marie Louise de La Tour d'Auvergne Padre:
Charles Godefroy de La Tour d'Auvergne
Nonno paterno:
Emmanuel Théodose de La Tour d'Auvergne
Bisnonno paterno:
Godefroy Maurice de La Tour d'Auvergne
Trisnonno paterno:
Frédéric Maurice de La Tour d'Auvergne
Trisnonna paterna:
Éléonore de Bergh
Bisnonna paterna:
Maria Anna Mancini
Trisnonno paterno:
Lorenzo Mancini
Trisnonna paterna:
Girolama Mazzarini
Nonna paterna:
Marie Armande de La Trémoille
Bisnonno paterno:
Charles Belgique Hollande de La Trémoille
Trisnonno paterno:
Henri Charles de La Trémoille
Trisnonna paterna:
Emilia d'Assia-Kassel
Bisnonna paterna:
Madeleine de Crequy
Trisnonno paterno:
Carlo III di Créquy
Trisnonna paterna:
Anne Armande de Saint Gelais de Lansac
Madre:
Maria Carolina Sobieska
Nonno materno:
Giacomo Luigi Sobieski
Bisnonno materno:
Giovanni III Sobieski
Trisnonno materno:
Jakub Sobieski
Trisnonna materna:
Zofia Teofillia Daniłowicz
Bisnonna materna:
Maria Casimira de la Grange d'Arquien
Trisnonno materno:
Henri Albert de La Grange d'Arquien
Trisnonna materna:
Françoise de La Châtre
Nonna materna:
contessa palatina Edvige di Neuburg
Bisnonno materno:
Filippo Guglielmo, elettore palatino
Trisnonno materno:
Volfango Guglielmo, conte palatino di Neuburg
Trisnonna materna:
Maddalena di Baviera
Bisnonna materna:
Elisabetta Amalia d'Assia-Darmstadt
Trisnonno materno:
Giorgio II d'Assia-Darmstadt
Trisnonna materna:
Sofia Eleonora di Sassonia

Titoli e appellativi[modifica | modifica wikitesto]

  • 15 agosto 1725 – 19 febbraio 1743 Sua Altezza Mademoiselle d'Auveregne
  • 19 febbraio 1743 – 1793 Sua Altezza la Principessa di Guéméné

Fiction[modifica | modifica wikitesto]

Louise è un personaggio del romanzo del 1992 di Diana Gabaldon L'amuleto d'ambra, ed è interpretata da Claire Sermonne nell'adattamento televisivo della seconda stagione.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g Leo van de Pas, Marie Louise Henriette Jeanne de La Tour d'Auvergne, su Genealogics .org. URL consultato il 29 marzo 2010.
  2. ^ a b c Charles Philippe d'Albert Luynes, Mémoires du duc de Luynes sur la cour de Louis XV (1735-1758) By Charles Philippe d'Albert de Luynes, in Googlebooks.org. URL consultato il 21 aprile 2010.
  3. ^ Angelica Jade Bastién, Outlander Season 2, Episode 2: The Wounds We Carry, su The New York Times, 16 aprile 2016. URL consultato il 21 giugno 2016.
Controllo di autoritàVIAF (EN49243839 · LCCN (ENn86091868
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie