Marie (biscotto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marie
lang=it
Origini
Luogo d'origineInghilterra Inghilterra
Creato daPeek Freans
Dettagli
Categoriadolce
Settorepasticceria
Ingredienti principalifarina di frumento, zucchero, olio vegetale
 

Il marie è un tipo di biscotto dolce, simile al rich tea. Mentre quest'ultimo è più popolare nel Regno Unito, il marie è più diffuso nel resto del mondo.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il marie è generalmente di forma tonda, con il nome impresso sulla superficie superiore, insieme ad un decoro che corre lungo il margine. È impastato con farina di frumento, zucchero, olio vegetale, ed è spesso aromatizzato alla vaniglia (caratteristica che lo distingue dal rich tea).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il biscotto marie venne ideato a Londra da Peek Freans nel 1874, in occasione del matrimonio tra la granduchessa Marija Aleksandrovna di Russia e il duca di Edimburgo.[1] Divenne popolare in tutta Europa, specialmente in Spagna dove, dopo il termine della guerra civile spagnola, la sua produzione di massa dovuto a un eccesso di cereali divenne un simbolo della ripresa economica del paese.[2]

Consumo[modifica | modifica wikitesto]

I biscotti marie vengono impiegati per preparare la kek batik, un tipo di torta al cioccolato comune in Malaysia e Brunei

Analogamente al rich tea, il marie è comunemente usato come biscotto da . Viene anche consumato spalmato di burro e marmite, oppure coperto con golden syrup, o sbriciolato e unito a crema inglese e gelatina. Viene spesso dato ai bambini e, ammorbidito nel latte, ai neonati. La crema natillas spagnola viene tipicamente servita con un biscotto maria in cima. In Uruguay i biscotti maria vengono serviti con dulce de leche e noce di cocco macinata. In Brasile, vengono usati per preparare la torta de bolacha, formata da strati di marie inzuppati nel latte, alternati con crema al cioccolato o alla vaniglia. In Malesia vengono usati per preparare la kek batik, una torta al cioccolato.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sean O'Grady, Minor British Institutions: The Marie biscuit, in The Independent, 20 marzo 2010. URL consultato il 20 marzo 2010.
  2. ^ La Tienda, 2-Pack Maria Cookies by Cuetera, su tienda.com. URL consultato il 9 novembre 2007.
  3. ^ Marie biscuits Archiviato il 22 marzo 2016 in Internet Archive.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina