Mariano Baino (regista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Mariano Baino (Napoli, 17 marzo 1967) è un regista e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma nel 1984, comincia a lavorare come aiuto-regista e assistente di produzione per la RAI; nel 1989 si trasferisce in Inghilterra[1]. Esordisce professionalmente nella regia col cortometraggio Dream Car (1989, prodotto da Rai Uno). Si fa poi notare a livello internazionale col secondo cortometraggio, l'horror Caruncula (1990), prodotto da Bob Portal.

Nel 1993 scrive e dirige il lungometraggio Dark Waters, tematicamente un omaggio alla letteratura di H. P. Lovecraft e visivamente pieno di echi del cinema di Dario Argento e Lucio Fulci. Nel 1994 il film vince il Premio speciale all'interno del XIV Fantafestival di Roma e il Prix du Public del Fantasia Film Festival di Montréal.

La regia successiva è il cortometraggio Never Ever After (2004). Nel 2014 i cortometraggi Dream Car, Caruncula e Never Ever After vengono pubblicati in video con il titolo The Trinity of Darkness.

Come sceneggiatore, Baino firma gli horror Thy Kingdom Come (2008, regia di Ilmar Taska, co-sceneggiatori Loris Curci, Andrea Nobile e Vince Villani) e, con l'attrice Coralina Cataldi Tassoni Hidden 3D (2011, regia di Antoine Thomas). Nel 2010 scrive e dirige, sempre con Cataldi Tassoni, il cortometraggio Based on a True Life.

Nel 2011 la Soapbox Gallery di Brooklyn, a New York, dedica una retrospettiva (dal titolo Cyphers And Flames) ai disegni e alle illustrazioni di Baino[2], opere in seguito oggetto anche di un'esposizione a Napoli presso la Sala del Lazzaretto (Imago Ignis, 2015)[3] e durante la XXXVI edizione del Fantafestival di Roma (Luctus Ignis, 2016)[4].

Ha riceuto dal governo degli Stati Uniti la Green Card per meriti artistici[5].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regia e sceneggiatura[modifica | modifica wikitesto]

  • Dream Car (cortometraggio, 1989)
  • Caruncula (cortometraggio, 1990)
  • Dark Waters (1993)
  • Never Ever After (cortometraggio, 2004)
  • Based on a True Life (cortometraggio, 2010, co-regia con Coralina Cataldi Tassoni)
  • Lady M 5.1 (cortometraggio, 2016)[6]

Sceneggiatura[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Luca M. Palmerini, Gaetano Mistretta, Spaghetti Nightmares, Roma, M&P edizioni, 1996.
  2. ^ "Cyphers And Flames": Mariano Baino in mostra alla Soapbox Gallery di New York, AISE - Agenzia Internazionale Stampa Estero, 15 febbraio 2011. URL consultato il 1º ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
  3. ^ Imago Ignis la mostra di Mariano Baino - Nocturno.it, su nocturno.it, 4 marzo 2015. URL consultato l'8 luglio 2016.
  4. ^ Al via la 36ª edizione del FANTAFESTIVAL - Mostra Internazionale del Film di Fantascienza e del Fantastico - Romanotizie.it - News ed eventi da Roma e i suoi Municipi, su romanotizie.it. URL consultato l'8 luglio 2016.
  5. ^ Paolo De Luca, La Napoli dark di Mariano Baino, La Repubblica, 25 settembre 2014. URL consultato il 26 settembre 2014.
  6. ^ Buon compleanno genio, un "corto" per Shakespeare, su La Repubblica, 23 aprile 2016. URL consultato il 20 maggio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0004 6079 0075