Maria Marzano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maria Marzano
Duchessa di Sessa
Stemma
Trattamento Duchessa
Morte 1440 circa
Dinastia Marzano
Padre Giacomo Marzano
Madre Caterina Sanseverino
Coniugi Nicolò da Celano
Muzio Attendolo Sforza
Nicolò Orsini
Figli Pietro da Celano
Jacovella da Celano
Giovanna da Celano
Isabella da Celano
Angelella da Celano
Antonella da Celano
Bartolomeo Sforza
Carlo/Gabriele Sforza
Religione Cattolicesimo

Maria Marzano (o Marzani) (... – 1440 circa) è stata una nobile italiana, duchessa di Sessa[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia dell'ammiraglio Giacomo Marzano e di Caterina Sanseverino[2], la propose in sposa a Luigi II d'Angiò, re di Napoli, ma il matrimonio non venne celebrato[3].

Maria si sposò in prime nozze con il conte di Celano Nicolò, da cui ebbe un figlio e cinque figlie, Pietro, Jacovella, Giovanna, Isabella, Angelella ed Antonella. Rimasta vedova, si risposò nel 1419 con il famoso condottiero Muzio Attendolo Sforza[4], portando numerose terre soprattutto in Abruzzo. Ebbero due figli, Bartolomeo, conte di Celano, e Carlo, arcivescovo di Milano con il nome Gabriele Sforza.

Si risposò infine con il conte di Manoppello Nicolò Orsini[2].

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Maria Marzano Padre:
Giacomo Marzano
Nonno paterno:
Roberto Marzano
Bisnonno paterno:
Goffredo Marzano
Trisnonno paterno:
Tommaso Marzano
Trisnonna paterna:
Giovanna Di Capua
Bisnonna paterna:
? Ruffo
Trisnonno paterno:
?
Trisnonna paterna:
?
Nonna paterna:
?
Bisnonno paterno:
?
Trisnonno paterno:
?
Trisnonna paterna:
?
Bisnonna paterna:
?
Trisnonno paterno:
?
Trisnonna paterna:
?
Madre:
Caterina Sanseverino
Nonno materno:
?
Bisnonno materno:
?
Trisnonno materno:
?
Trisnonna materna:
?
Bisnonna materna:
?
Trisnonno materno:
?
Trisnonna materna:
?
Nonna materna:
?
Bisnonno materno:
?
Trisnonno materno:
?
Trisnonna materna:
?
Bisnonna materna:
?
Trisnonno materno:
?
Trisnonna materna:
?

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Piero Pieri, Muzio Attendolo Sforza, Dizionario biografico degli italiani, vol. 4, 1962.
  2. ^ a b Filiberto Campanile, Dell'armi, overo insegne dei nobili, Napoli, 1680, p. 265.
  3. ^ Patrizia Sardina, Luigi II d'Angiò, Dizionario biografico degli italiani, vol. 66, 2006.
  4. ^ (EN) Muzio Attendolo Sforza.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Attendolo di Cotignola in Romagna, 1819.
  • Carlo Maria Lomartire, Gli Sforza. Il racconto della dinastia che fece grande Milano, Verona, 2018, ISBN 978-88-04-68815-0.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]