Marco Antonio Sabellico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Marcantonio Sabellico)
Jump to navigation Jump to search
Il Sabellico in una incisione di Jean-Jacques Boissard.

Marcantonio Coccio o Cocci (Vicovaro, 1436 circa – Venezia, 19 aprile 1506) è stato uno storico italiano, più noto come Sabellico, nome preso dal luogo di nascita, nel territorio degli antichi Sabini.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu membro dell'Accademia romana di Pomponio Leto. Insegnante di retorica in varie città come Udine, Venezia e Verona, iniziò poi a scrivere. Nelle sue innumerevoli opere ci furono orazioni, scritti sulla topografia e sulle magistrature veneziane. Per la pubblicazione della sua storia su Venezia, ottenne nel 1487 un privilegio accordatogli dal Doge. Questo evento anticipava il diritto d'autore, volto a salvaguardare gli scrittori dai plagi e dalle copie pirata. Sabellico fu amministratore della imponente collezione di manoscritti greci conservati nel Palazzo Ducale di Venezia, provenienti, prima dell'arrivo dei numerosi codici del cardinale Bessarione, dal saccheggio operato dai crociati nel 1204 a Costantinopoli.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • De vetustate Aquileiae et Foriiulii, libri 6 (1482)
  • Historiae rerum Venetarum ab urbe condita, libri 33 (Venezia 1487) continuata da Pietro Bembo.
  • Annotationes in Plinium (Venezia, 1487)
  • De Venetis magistratibus (1488)
  • Enneades sive Rhapsodia historiarum (1498-1504), scritto raccolti in 92 libri, tratta di storia universale
  • Opera (Venezia 1502):
    • De situ Venetiae urbis, libri 3
    • Epistolarum familiarum, libri 12
    • Orationes, libri 12
    • De munitione sontiaca
    • De caede Sontiaca
    • De praetoris officio
    • De latinae linguae reparatione, libri 2
    • De officio scribae
    • Poemata
    • Genethliacum Venetae urbis
    • De apparatu Venetae urbis poema
    • De Vicetiae ortu & uetustate
    • De Italiae tumultu
    • De Coriolani luctu
    • De incendio carnico
    • De barionae Cymba
    • De Hunnii origine
    • De inventoribus artium
    • De laudibus Deiparae Virginis elegiae XIII
  • De memorabilibus factis dictisque, Exempla, libri 10 (1507)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Rita, Da Vicovaro a Venezia: introduzione a Marcantonio Sabellico, Assessorato alla Cultura Comune di Vicovaro, 2004
  • Gaetano Cozzi, Intorno all'edizione dell'opera di Marcantonio Sabellico, curata da Celio Secondo Curione e dedicata a Sigismondo Augusto Re di Polonia, in: Venezia e la Polonia nei secoli dal XVII al XIX, a cura di Luigi Cini, Istituto per la collaborazione culturale, Venezia-Roma 1965, pp. 165-177.
  • Giuseppe Pomponi, La vita e le opere di Marcantonio Sabellico, in: La storia di Vicovaro nel quadro delle vicende della Valle dell'Aniene, di Roma, della Chiesa e d'Italia, Vicovaro 1995, v. 2, pp. 213-255
  • Francesco Tateo, COCCIO, Marcantonio, detto Marcantonio Sabellico, in Dizionario biografico degli italiani, vol. 26, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1982, pp. 512-515. URL consultato il 4 ottobre 2017.
  • Andrea Del Ben, SABELLICO MARCANTONIO, in Dizionario Biografico dei Friulani.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN12414496 · ISNI (EN0000 0001 2276 5061 · SBN IT\ICCU\VEAV\024149 · LCCN (ENn88670650 · GND (DE100960170 · BNF (FRcb12515664m (data) · NLA (EN40292371 · BAV ADV11132768 · CERL cnp01347901