Marc Trestman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marc Trestman
Marc Trestman 2017 (cropped).JPG
Marc Trestman ai Toronto Argonauts nel 2017
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Football americano American football pictogram.svg
Squadra non conosciuta Tampa Bay Vipers
Carriera
Carriera da allenatore
1981-1984 Miami Hurricanes Assistente
1985-1986 Minnesota Vikings Assistente
1987 Tampa Bay Buccaneers Assistente
1988-1989 Cleveland Browns Assistente
1990-1991 Minnesota Vikings Assistente
1995-1996 San Francisco 49ers Assistente
1997 Detroit Lions Assistente
1998-2000 Arizona Cardinals Assistente
2001-2003 Oakland Raiders Assistente
2004 Miami Dolphins Assistente
2005-2007 NC State Wolfpack Assistente
2008-2012 Montreal Alouettes
2013-2014 Chicago Bears
2015-2016 Baltimore Ravens Assistente
2017-2018 Toronto Argonauts
2020- non conosciuta Tampa Bay Vipers
Statistiche aggiornate al 23 agosto 2019

Marc Marlyn Trestman (Minneapolis, 15 gennaio 1956) è un allenatore di football americano statunitense di origini canadesi, attualmente alla guida tecnica dei Tampa Bay Vipers della X Football League (XFL).

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Trestman iniziò ad allenare nel 1981 come allenatore dei quarterback dell'Università di Miami. Dopo anni di varie esperienze come allenatore dei quarterback e coordinatore offensivo di diverse squadre NFL, in particolar modo quella con gli Oakland Raiders in cui allenò l'MVP della NFL Rich Gannon, Marc si spostò nella Canadian Football League dove, come capo-allenatore dei Montreal Alouettes vinse due Grey Cup (2008 e 2009) e fu votato miglior coach dell'anno nel 2009. Rimase in Canada fino alla stagione 2012, dopo di che gli fu affidato il ruolo di capo-allenatore dei Chicago Bears dopo il licenziamento di Lovie Smith[1]. La sua avventura iniziò con una vittoria per 24-21 sui Cincinnati Bengals[2], divenendo il quarto allenatore della storia della squadra a vincere la sua partita di debutto dopo George Halas (1920), Neill Armstrong (1978) e Dick Jauron (1999). Nella sua prima stagione, Trestman guidò uno dei migliori attacchi della storia della franchigia, concludendo col secondo miglior attacco della lega con 445 punti e stabilendo i record della squadra per yard totali (6.109), yard passate (4.450), touchown passati (32) e primi down guadagnati (344). La difesa invece dal canto suo, fu una delle peggiori della storia di Chicago, con i massimi storici per yard concesse (6.313), yard su corsa concesse (2,583) e punti subiti, mentre la difesa sulle corse fu la peggiore della lega. Ancora in corsa per un posto nei playoff nell'ultima gara dell'anno in una debole NFC North, Chicago fu battuta dai Green Bay Packers e terminò con un record di 8-8[3]. L'anno successivo concluse con un bilancio di 5-11, venendo licenziato il 29 dicembre, il giorno dopo la fine della stagione regolare[4][5].

Il 20 gennaio 2015 Marc Trestman fu assunto come coordinatore offensivo dei Baltimore Ravens[6].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Montréal Alouettes: 2009, 2010
Toronto Argonauts: 2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Marc Trestman to be next Chicago Bears coach, NFL.com, 16 gennaio 2013. URL consultato il 16 gennaio 2013.
  2. ^ (EN) Game Center: Cincinnati 21 Chicago 24, NFL.com, 8 settembre 2013. URL consultato il 9 settembre 2013.
  3. ^ (EN) Game Center: Green Bay 33 Chicago 28, NFL.com, 29 dicembre 2013. URL consultato il 31 dicembre 2013.
  4. ^ (EN) Game Center:Chicago Bears fire Marc Trestman, NFL.com, 29 dicembre 2014. URL consultato il 29 dicembre 2014.
  5. ^ Nfl, i verdetti della regular season Baltimore e Carolina ai playoff, La Gazzetta dello Sport, 29 dicembre 2014. URL consultato il 29 dicembre 2014.
  6. ^ (EN) Ravens hire Marc Trestman as offensive coordinator, NFL.com, 20 gennaio 2015. URL consultato il 20 gennaio 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN296750410 · ISNI (EN0000 0004 0193 7348 · LCCN (ENno2013012256 · WorldCat Identities (ENno2013-012256