Mancasale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mancasale
frazione
Villa Mancasale
Mancasale – Veduta
Mancasale – Veduta
Via Cavallotti e la chiesa di San Silvestro.
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
ProvinciaProvincia di Reggio Emilia-Stemma.svg Reggio Emilia
ComuneReggio Emilia-Stemma.svg Reggio Emilia
Territorio
Coordinate44°43′17.4″N 10°38′50.93″E / 44.7215°N 10.64748°E44.7215; 10.64748 (Mancasale)
Altitudine40 m s.l.m.
Superficie8,595[1] km²
Abitanti1 419[2] (31/12/2017)
Densità165,1 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale42122, 42124
Prefisso0522
Fuso orarioUTC+1
Cod. catastaleH223
Nome abitantimancasalesi
Patronosan Silvestro, 31 dicembre
Giorno festivosan Prospero, 24 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Mancasale
Mancasale

Mancasale o Villa Mancasale (Mancaṣēl in dialetto reggiano, Magni Casalis in latino) è una frazione (o villa) del comune di Reggio Emilia, situata nella zona nord del capoluogo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La frazione, anche se è stata quasi completamente inglobata nel tessuto urbano cittadino, sorge sulla strada per Novellara, che nell'antichità era il cardo che attraversava il territorio reggiano. Nel 989 è citata in un documento come Magnum Casale. Dal secondo dopoguerra è diventata la principale area industriale e artigianale del comune, grazie anche alla costruzione del casello dell'autostrada del Sole, perdendo gran parte della sua connotazione agricola. Dal 1995 ospita lo stadio Giglio (oggi Mapei Stadium), terreno di gioco dei club di Reggiana e Sassuolo. Dall'inizio del XXI secolo è sede dell'Ente Fiera e della stazione di Reggio Emilia AV Mediopadana della TAV, progettata da Santiago Calatrava.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

  • Villa Prampolini. Le sue origini risalgono al XVI secolo ma si presenta ora con architettura del XVIII secolo, come le due doppie scalinate (quella anteriore ricostruita, quella posteriore originale). All'interno rimangono affreschi al piano nobile ed al secondo piano un soffitto attribuibile al pittore Prospero Minghetti. Era al centro di un vasto parco con laghetto, purtroppo smantellati nel secondo dopoguerra. Lega il suo nome al conte Natale Prampolini, ultimo proprietario di rilievo.
  • i ponti e la stazione ferroviaria alta velocità, progettati dall'architetto Santiago Calatrava.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Mancasale è attraversata in senso nord-sud dalla strada provinciale 3 che collega Reggio Emilia a Novellara.

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

La località è servita da una fermata lungo la ferrovia Reggio Emilia-Guastalla. Sul suo territorio è presente la stazione di Reggio Emilia AV Mediopadana posta sulla linea ad alta velocità Milano-Bologna.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ limiti parrocchiali
  2. ^ dati dell'anagrafe del Comune di Reggio Emilia