Lukas Moodysson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lukas Moodysson nel 2011

Karl Frederik Lukas Moodysson (Lund, 17 gennaio 1969) è un regista, sceneggiatore e scrittore svedese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

All'età di diciassette anni ha pubblicato delle poesie seguite da una raccolta poetica e da un racconto breve.

Nel 1994 ha intrapreso gli studi presso il Dramatiska Institutet, la scuola nazionale di cinema svedese, dove ha incominciato a realizzare dei cortometraggi e si è diplomato in regia nel 1996. Tra i lavori realizzati presso la scuola merita di essere menzionato En uppgörelase i den undre världen, vincitore di un premio presso lo Student Film Festival di Monaco di Baviera.

Il terzo cortometraggio, Bara prata lite (Talk) (1997) è stato il primo lavoro dopo la scuola di cinema ed è stato venduto in diversi paesi, mentre Fucking Åmål (1998) è stato il primo vero e proprio lungometraggio, campione di incassi in Svezia nello stesso anno. Utilizzando le tecniche del racconto di formazione, il film pone l'attenzione sulle dinamiche adolescenziali di due ragazze omosessuali residenti in una cittadina della Svezia centrale e sulle difficoltà di accettare e di far accettare la propria natura. Fucking Amal è stato il film che gli ha dato una gran notorietà a livello internazionale, vincendo molti premi in tutta Europa e probabilmente Moodysson verrà ricordato per questa sua opera prima che ha fatto sognare un gran numero di persone.

Nel 2000 esce Together - Insieme (Tillsammans) , una commedia ambientata a Stoccolma nel 1975 che si basa su un piccolo dramma familiare borghese e sulla vita di una variopinta e stramba comune. Nel 2002, con Lilja 4-ever, Moodysson cambia registro realizzando un film ispirato a un fatto di cronaca e vuole attirare l'attenzione sul problema della prostituzione dei minori. Sempre nel 2002 ha intrapreso la strada di produttore lavorando insieme a Lars Jönnson alla produzione del lungometraggio Jalla! Jalla! di Josef Fares. Nel 2003 ha realizzato il cortometraggio documentaristico Terrorister, en film om dom dömda.

Nel 2004 cambia ancora genere abbandonando in parte il tema adolescenziale col lungometraggio Un buco nel mio cuore (Ett hål i mitt hjärta) un Kammerspielfilm di non facile lettura avente per soggetto il set/casa di un film pornografico mescolato a temi da videoart e clausole da Dogma 95. Il tutto diventa pretesto per descrivere gli ultimi, attraverso l'infigurabile e un forte senso di disagio. Sullo stesso genere è anche il lungometraggio del 2006 Container. Questi due film sono stati presentati al Festival di Berlino rispettivamente nel 2004 e nel 2006.

Attualmente vive a Malmö, in Svezia, con la moglie Coco e tre bambini.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN66749814 · ISNI (EN0000 0000 8390 3782 · LCCN (ENno97012514 · GND (DE130577405 · BNF (FRcb150391138 (data)
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema