Fucking Åmål - Il coraggio di amare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fucking Åmål - Il coraggio di amare
Fucking amal.jpg
Una scena del film
Titolo originale Fucking Åmål
Lingua originale svedese
Paese di produzione Svezia, Danimarca
Anno 1998
Durata 89 min
Genere sentimentale
Regia Lukas Moodysson
Sceneggiatura Lukas Moodysson
Produttore Sonet Film, Lars Jönsson
Fotografia Ulf Brantås
Montaggio Michal Leszczylowski, Bernhard Winkler
Effetti speciali Gunnar Ahlgren
Musiche Tomaso Albinoni, Per Gessle, Håkan Hellström
Scenografia Heidi Saikkonen, Lina Strand
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Fucking Åmål - Il coraggio di amare (Fucking Åmål) è un film svedese a tematica omosessuale.

Girato nel 1998, il film fu scritto e diretto da Lukas Moodysson, al suo primo lungometraggio, e vede come interpreti principali e uniche attrici professioniste Alexandra Dahlström e Rebecka Liljeberg. Il titolo si riferisce alla piccola città di Åmål nell'ovest della Svezia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Elin e Agnes sono due ragazze sedicenni che frequentano la stessa scuola nella cittadina di Åmål, cittadina noiosa e provinciale, al punto di valerle l'improperio di fucking. Agnes è una persona solitaria, trasferitasi con la sua famiglia da quasi due anni, ed è innamorata di Elin, amore che può dichiarare soltanto nelle sue poesie. Elin è di indole inquieta pur tenendo un tono di ragazza sicura di sé. Ella teme una vita grama, seguendo il destino di sua madre, abbandonata dal marito e costretta a crescere due figlie da sola.

Il giorno del suo compleanno, Agnes viene forzata dai suoi genitori a distribuire inviti ai suoi compagni di scuola per una festa a casa che con ogni probabilità i compagni diserteranno. Elin e la sua sorella maggiore Jessica le si presentano inaspettatamente, con lo scopo di tardare ad un altro party, dove ad aspettarla c'è il giovane Johan Hult innamorato di lei.

Jessica dice alla sorella di sospettare dell'omosessualità di Agnes così scommette quattro corone di riuscire a baciarla, per lasciarla quindi sola e triste, avendo realizzato dello scherzo. Una volta giunta nell'altro party, Elin è pervasa dai sensi di colpa, respinge il pretendente minacciandolo con uno spazzolino del water, e torna da Agnes per scusarsi. Le due passeggiano insieme di notte e si parlano, si confrontano e si pongono domande, rivelandosi le loro paure, finché ad un tratto si baciano appassionatamente promettendosi di telefonarsi il giorno dopo, promessa che Elin non mantiene.

Col passare del tempo, Jessica si rende conto di un improvviso cambiamento nella sorella, la quale si nasconde fingendo un innamoramento con Johan, con il quale esce e fa l'amore per la prima volta, pur essendosi spacciata fino ad allora per ragazza vissuta. Elin però si accorge che Johan è succube del suo amico Markus, e ripensa all'amore sincero di Agnes verso di lei rendendosi conto di non averla mai dimenticata davvero.

A scuola Elin convince Agnes, riluttante, a scambiare due parole e finiscono per rimanere chiuse nei bagni. Mentre le due si chiariscono, un'amica-nemica di Elin diffonde la notizia che quest'ultima si è nascosta con un ragazzo; l'intera scuola si accalca curiosa fuori dei servizi intimandole di uscire. Sarà Agnes a dare il coraggio ad Elin di aprire la porta ed uscire a testa alta mano nella mano.

Location[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante sia ambientato ad Åmål, il film è stato interamente girato a Trollhättan, a più di cento chilometri di distanza.[1]

Premi vinti[modifica | modifica wikitesto]

Vinse quattro Guldbagge ("Scarabeo d'oro") nel 1999 ai Guldbagge Award svedesi. Ha anche vinto altri premi internazionali, fra i quali il Teddy Award nel 1999 al Festival di Berlino.

Fucking Åmål è stato distribuito da Sonet Film e la sua prima proiezione svedese è del 23 ottobre 1998[2]. Il film, costato circa 9.000.000 corone[3], è stato un caso cinematografico in patria, arrivando a contendere a Titanic il primato degli incassi al botteghino[4]. La pellicola fu esportata in varie nazioni dell'Europa soprattutto settentrionale soltanto alcuni mesi dopo per poi approdare in Nordamerica. In Italia è stato distribuito nel febbraio del 2000.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

  1. DrifterYvonne
  2. WhirlwindBroder Daniel
  3. No dinero no amor - Betty N' Boop
  4. När vi två blir enGyllene Tider
  5. U drive me crazyWaldo's People
  6. Fantasy DreamworldCumbayah
  7. Adagio - Stockholm Chamber Orchestra
  8. I Want to Know What Love IsForeigner
  9. Funny Bunny BoyEvelyn
  10. Danny's dreamLars Söderberg
  11. I'll be GoneBroder Daniel
  12. SimplicitySouls
  13. UndergroundBroder Daniel
  14. Show me LoveRobyn

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema