Luigi Foscolo Benedetto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Luigi Foscolo Benedetto (Cumiana, 24 febbraio 1886Torino, 17 aprile 1966) è stato uno storico, accademico e francesista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce nel 1886 a Torino, dove si laurea nel 1908 con una tesi su Il "Roman de la Rose" e la letteratura italiana, pubblicata in Germania due anni più tardi dall'editore Niemeyer.

Nel 1914 inizia la carriera accademica di francesista, prima a Milano, poi per tre anni a Firenze, dov'è anche presidente dell'Accademia della Crusca.

Partecipa alla grande guerra come ufficiale nei reparti lanciafiamme.

Nel 1928 cura un'edizione critica del Milione di Marco Polo, allestita, insieme a un'eccellente parafrasi in italiano moderno, confrontando i 78 manoscritti allora conosciuti con altri 60, da lui ritrovati in biblioteche e archivi di tutta Europa.

Nel 1950 torna all'università di Torino e pubblica il monumentale saggio La Parma di Stendhal, in cui scopre una doppia vita per tutti i personaggi stendhaliani, divisi tra il ricordo dell'epopea eroica (Napoleone) e l'adeguamento alla Restaurazione.

Si spegne il 17 aprile 1966 a Cumiana, dove nella casa materna (la "bicocca" dell'infanzia) tornava ogni estate con la sorella Ottavia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Riccardo Massano, "Luigi Foscolo Benedetto", Torino 1966
  • Massimo Colesanti, "Luigi Foscolo Benedetto", in "Letteratura italiana. I critici", vol. IV, Milano, 1969, pp. 2865-2892.
  • Ettore Bonora " Luigi Foscolo Benedetto italianista" in Coincidenze, Dell'Orso,Alessandria 1991

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN49310237 · LCCN: (ENnr96026445 · SBN: IT\ICCU\CFIV\101272 · ISNI: (EN0000 0001 2320 6691 · GND: (DE119338025 · BNF: (FRcb12402818w (data) · NLA: (EN35227303
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie