Luigi Biraghi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Beato Luigi Biraghi
Luigi Biraghi.jpg
 

Presbitero e Fondatore

 
NascitaVignate 2 novembre 1801
MorteMilano, 11 agosto 1879
Venerato daChiesa cattolica
BeatificazioneMilano, 30 aprile 2006
Ricorrenza28 maggio [1]

Luigi Biraghi (Vignate, 2 novembre 1801Milano, 11 agosto 1879) è stato un presbitero, educatore e docente italiano. È stato proclamato beato nel 2006.[2]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu ordinato sacerdote nel 1825 e si dedicò all'insegnamento nel Seminario Maggiore di Milano, dove ricoprì anche il ruolo di direttore spirituale; inoltre fu consigliere degli arcivescovi di Milano. Nel 1838, a Cernusco sul Naviglio, fondò insieme a madre Marina Videmari la congregazione delle Suore di Santa Marcellina, perché svolgesse attività educativa nelle scuole. Si dedicò a studi di storia ecclesiastica, di archeologia cristiana e di teologia; nel 1864 fu nominato viceprefetto della Biblioteca Ambrosiana. Nel difficile trapasso della Lombardia dall'Austria al Regno d'Italia, promosse il dialogo e la pacificazione.[2]

Nel 1966 viene accolta la richiesta delle suore Marcelline, da parte del cardinale di Milano, a dare inizio al processo di beatificazione e canonizzazione. La Positio sulle virtù ottenne nel 1995 il voto favorevole dei consultori storici e nel 2003 quello dei consultori teologi e dei cardinali, così che Papa Giovanni Paolo II lo dichiarò venerabile il 20 dicembre 2003[3]. Il 20 dicembre 2004 venne emesso il decreto di approvazione di un miracolo attribuito all'intercessione del Biraghi, che venne beatificato il 30 aprile 2006 durante una solenne celebrazione sul sagrato del Duomo di Milano.[4] La memoria liturgica ricorre il 28 maggio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Libretto Celebrazione Beatificazione Servi di Dio: Luigi Biraghi e Luigi Monza (PDF), p. 31.
  2. ^ a b Beato Luigi Biraghi, in Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, santiebeati.it. URL consultato il 26 giugno 2017.
  3. ^ PROMULGAZIONE DI DECRETI DELLA CONGREGAZIONE DELLE CAUSE DEI SANTI, su press.vatican.va. URL consultato il 27 giugno 2017.
  4. ^ Libretto Celebrazione Beatificazione Servi di Dio: Luigi Biraghi e Luigi Monza (PDF), pp. 5-9.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fausto Ruggeri, Biraghi Luigi, in Dizionario della Chiesa ambrosiana, Milano, 1987, pp. 437-438.
  • Gaetano Quarta, Sante per educare. Le suore Marcelline nel progetto educativo di Mons. Luigi Biraghi, Roma, Casa di Procura delle Suore di S. Marcellina, 1988.
  • Massimo Marcocchi, Luigi Biraghi e la congregazione delle suore Marcelline: le radici spirituali, Milano, Vita e pensiero, 1993.
  • Luciana Radaelli, Insegnare Gesù. Note biografiche su monsignor Luigi Biraghi, Leumann Rivoli, Elledici, 1994. ISBN 88-01-10366-2
  • Angelo Majo, Monsignor Luigi Biraghi gloria del clero ambrosiano, Milano, NED, 1997. ISBN 88-7023-244-1
  • Monsignor Luigi Biraghi duecento anni dopo, Milano, Marcelline, 2002.
  • Giuseppina Parma (a cura di), Luigi Biraghi. Lettere alle sue figlie spirituali, Brescia, Queriniana, 2003.
  • Tamara Gianni, Beato Luigi Biraghi. Itinerari biografici a Milano. Guida artistico spirituale, Milano, Istituto Internazionale delle Suore di Santa Marcellina, 2006.
  • Ennio Apeciti, Come il nardo. Biografia del beato mons. Luigi Biraghi, Milano, Centro ambrosiano, 2006.
  • Biographisch-Bibliographisches Kirchenlexikon, Band XXXI (Nordhausen 2010), col. 114-118.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN12690773 · ISNI (EN0000 0001 1039 0135 · SBN IT\ICCU\CFIV\025537 · LCCN (ENn2007012182 · GND (DE1016621418 · BAV (EN495/1808 · CERL cnp01413684 · WorldCat Identities (ENlccn-n2007012182