Luca Rastello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Luca Giovanni Maria Rastello (Torino, 9 luglio 1961Torino, 6 luglio 2015) è stato uno scrittore e giornalista italiano.

Immagine di Luca Rastello durante la presentazione del suo ultimo libro "I Buoni"
Luca Rastello presenta il suo ultimo libro I Buoni.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in filosofia, ha diretto alcune riviste, è stato inviato di Diario, direttore di Narcomafie poi collaboratore de La Repubblica. Negli anni Novanta è stato attivo nell'ambito della cooperazione internazionale. Da quell'esperienza è nato il suo primo libro La guerra in casa (Einaudi, 1998), testo che tratta della guerra in ex-Jugoslavia e dei profughi giunti in Italia nei primi anni Novanta.

Piove all'insù (Bollati Boringhieri editore) è il suo primo romanzo, uscito nel 2006. Seguono altri réportage, Io sono il mercato (Chiarelettere), sul narcotraffico, e La frontiera addosso, Così si deportano i diritti umani (Laterza, 2010), sui diritti dei rifugiati. Gli ultimi lavori sono Binario morto (Chiarelettere, 2012), un réportage sul corridoio ad alta velocità tra Lisbona e Kiev, e il suo secondo romanzo, I buoni (Chiarelettere, 2014). A luglio 2018, Chiarelettere pubblica una raccolta di testi e discorsi inediti di Luca Rastello con il titolo di Dopodomani non ci sarà. Sull’esperienza delle cose ultime.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN23919350 · ISNI (EN0000 0003 5419 7200 · SBN IT\ICCU\IEIV\048048 · BNF (FRcb151158746 (data)