Andrea De Benedetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Andrea De Benedetti (Torino, 1970) è un giornalista, scrittore e linguista italiano.

Scrive di sport, società e cultura per GQ, D La Repubblica delle donne, Guerin Sportivo e il manifesto. Ha lavorato come corrispondente dalla Spagna per Tuttosport, Guerin Sportivo e il manifesto, raccontando le elezioni spagnole del 2000 e del 2004, i Giochi olimpici di Torino 2006 e i campionati europei di calcio Euro 2008 in Austria e Svizzera. Per il manifesto ha curato le rubriche Fondocampo, Rasoterra, B-side e Tribuna d'onore, intervistando tra gli altri Javier Marías, Giancarlo Caselli, Massimo Carlotto, Gianni Vattimo e Franco Grillini. Attualmente è docente di lettere al liceo europeo vittoria di Torino .

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Routine e rituali nella comunicazione, Paravia, 1999 (con Fabia Gatti).
  • L'informazione liofilizzata, Franco Cesati, 2004.
  • Ogni bel gioco, Nerosubianco, 2006.
  • Val più la pratica. Piccola grammatica immorale della lingua italiana, Laterza editrice, 2009 ISBN 978-88-420-8929-2
  • Binario morto. Lisbona-Kiev. Alla scoperta del Corridoio 5 e dell'alta velocità che non c'è (con Luca Rastello), Chiarelettere, 2013
  • La situazione è grammatica. Perché facciamo errori. Perché è normale farli. Giulio Einaudi Editore, 2015. ISBN 9788806215880
Controllo di autoritàVIAF (EN262227935 · ISNI (EN0000 0001 2098 2628 · SBN IT\ICCU\UFIV\156422 · LCCN (ENno2005014296 · GND (DE142973114 · BNF (FRcb151227972 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2005014296