Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Lost Universe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lost Universe
ロスト・ユニバース
(Rosuto Yunibāsu)
light novel
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Hajime Kanzaka
Disegni Shoko Yoshinaka
Editore Fujimi Shobo - Fujimi Fantasia Bunko
Collana 1ª ed. Dragon Magazine
1ª edizione 20 dicembre 1992 – 20 aprile 1999
Volumi 5 (completa)
Generi azione, avventura, fantascienza
Lost Universe
ロスト・ユニバース
(Rosuto Yunibāsu)
Lost Universe.jpg
Copertina italiana del secondo volume
manga
Autore Shoko Yoshinaka
Editore Kadokawa Shoten
Rivista Comic Dragon Jr.
Target shōnen
1ª edizione dicembre 1997 – novembre 2002
Tankōbon 3 (completa)
Editore it. Panini Comics - Planet Manga
Collana 1ª ed. it. Manga Top (14-17 e 22-23)
Volumi it. 6 (completa)
Genere fantascienza
Lost Universe
ロスト・ユニバース
(Rosuto Yunibāsu)
Lost Universe TV.jpg
serie TV anime
Autore Hajime Kanzaka
Regia Watanabe Takashi
Produttori Kazuto Imanishi, Noriko Kobayashi, Yumiko Yazaki
Soggetto Hajime Kanzaka, Sekishima Masayori, Yamada Yasutomo
Char. design Naomi Miyata
Mecha design Tsutomu Suzuki
Dir. artistica Hideto Nakahara
Musiche Osamu Tezuka
Studio Medianet, SoftX, TV Tokyo
Rete TV Tokyo
1ª TV 3 aprile – 25 settembre 1998
Episodi 26 (completa)
Aspect ratio 4:3
Durata ep. 25 min
Distributore it. Shin Vision (DVD)
Rete it. Italia Teen Television
1ª TV it. 1º marzo – 26 marzo 2004
Episodi it. 26 (completa)
Durata ep. it. 25 min
Generi fantascienza, commedia

Lost Universe (ロスト・ユニバース Rosuto Yunibāsu?) è una serie di light novel scritta da Hajime Kanzaka e illustrata da Shoko Yoshinaka. Essa è stata serializzata sulla rivista Dragon Magazine dal 20 dicembre 1992 al 20 aprile 1999 e in seguito raccolta in 5 volumi da Fujimi Shobo sotto l'etichetta Fujimi Fantasia Bunko.

Dalla serie è stato tratto un manga, firmato da Shoko Yoshinaka e pubblicato da Kadokawa Shoten su Comic Dragon Jr. da dicembre 1997 a novembre 2002. L'edizione italiana è stata curata da Planet Manga e pubblicata tra il 1999 e il 2000. Un adattamento anime di 26 episodi è stato mandato in onda in Giappone dal 3 aprile al 25 settembre 1998 su TV Tokyo; in Italia è stato distribuito in DVD da Shin Vision nel 2006[1] e trasmesso su Italia Teen Television dal 1º al 26 marzo 2004.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Kane Blueriver è un trouble contractor, cioè accetta di effettuare dei lavoretti per conto dell'ispettore Rail della polizia spaziale, ed è proprio per uno di questi lavori che si imbatte in una giovane molto carina di nome Mileniam Feria Nocturne, un'investigatrice allergica agli uomini che per colpa di Kain perde il proprio posto di lavoro; ecco allora, che la coppia si unisce e Milly decide di trasferirsi sulla Sword Breaker, l'astronave spaziale che Kain ha ereditato da sua nonna. La Sword Breaker è un'astronave misteriosa, antica e dalle risorse energetiche fenomenali... è proprio intorno a questo gioiello della scienza e della tecnica spaziale che si nascondono molti misteri, che forse solo Canal, il computer di bordo dalle dolci sembianze femminili conosce veramente...

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Kane Blueriver
Doppiato da: Souichirou Hoshi (giapponese), Massimo Di Benedetto (italiano)
Personaggio principale della serie. Il suoi hobby è collezionare mantelli, e a parte questo ha una passione per il caffè e la coca cola ghiacciata. Di lavoro è un "trouble contractor", cioè accetta di effettuare lavoretti per la polizia spaziale. È un abile spadaccino, ed impugna una "Psyblade", una spada che trasforma l'energia psichica del proprietario in una lama di grado ti tagliare pressoché qualsiasi materiale. È il comandante della nave spaziale "Sword Breaker", ereditata dalla nonna.
  • Canal Vorfeed
Doppiata da: Megumi Hayashibara (giapponese), Federica Valenti (italiano)
Personificazione olografica del computer di bordo della "Sword Breaker". Si diverte a collezionare novità, e a potenziare le armi di bordo. Può apparire usando due diverse sembianze. Una è quella di una donna adulta, che usava quando la Sword Breaker era in mano ad Alice, la nonna di Kane, e una è l'attuale. Essendo collegata al computer di bordo, non può allontanarsi più di tanto dalla nave.
  • Millennium Feria Nocturne (Milly)
Doppiata da: Kyoko Tsuruno (giapponese), Marcella Silvestri (italiano)
All'inizio della storia, Milly era una detective dell'agenzia investigativa Rolen. Ma per colpa di Kane è stata licenziata e quindi è diventata un membro dell'equipaggio della Sword Breaker. Anche se non è molto sveglia, è un'abilissima tiratrice nonché un'ottima cuoca. Milly è una nipote di Star Gazer, uno dei membri del Nightmare, l'organizzazione a cui Kane dà la caccia.
  • Rail Claymore
Doppiato da: Hikaru Midorikawa (giapponese), Giorgio Bonino (italiano)
Rail lavora nella divisione di pubblica sicurezza (Universal Guardian). È uno di quelli che danno sempre lavoro a Kane (che infatti lo odia), e crea soltanto confusione. La sua debolezza sono le belle ragazze.
  • Neena Marcury
Doppiata da: Masami Suzuki (giapponese), Elisabetta Spinelli (italiano)
Assistente di Rail, anche se i suoi compiti sono limitati a fare il te, eseguire consegne e altre cose semplici. Ha una cotta per Rail. Tende a distruggere o mandare in cortocircuito ogni oggetto elettronico con il quale entra in diretto contatto, tra cui Canal.
  • StarGazers
Doppiato da: Jouji Nakata (giapponese), Enrico Bertorelli (italiano)
È il comandante dell'associazione criminale Nightmare. Egli era il fratello di Alicia Blueriver, nonna di Kane, e fu contro di lui che essa dovette usare il Codice Finale della SwordBreaker, perdendo la vita. In seguito, viene ucciso dallo Spargitore di Tenebre.
  • Spargitore di Tenebre (Spreader of Darkness)
Doppiato da: Yasunori Matsumoto (giapponese), Luca Bottale (italiano)
Egli è il clone di Stargazers, ed ospita l'anima di Dark Star. Sembra aver ereditato la bravura nell'uso della PsyBlade da Stargazers in persona. Totalmente malvagio, ucciderà StarGazers appena ceserà di essergli utile.
  • Roy Glen (Guren-Oh)
Doppiato da: Chafūrin (giapponese), Antonio Paiola (italiano)
Uno dei sottoposti di StarGazers. La sua ossessione è quella di eliminare Kane BLueriver e la SwordBreaker. A causa dei suoi ripetuti insuccessi, verrà assorbito dalla Lost Ship Nezard.
  • Carly
Doppiata da: Michiko Neya (giapponese), ??? (italiano)
Una dei sottoposti di Stargazers. Nutre un enorme rispetto e ammirazione, che sembra quasi sfociare in attrazione, verso lo Spargitore di Tenebre. Sicaria, ama dare la caccia alle "prede" migliori, tra cui Kane Blueriver. Incontra la morte a bordo della Lagudo-Methegiss, in uno scontro contro la SwordBreaker, venendo assorbita dalla propria Lost Ship.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

La serie animata è stata prodotta in 26 episodi, trasmessi in Giappone a partire dal 3 aprile 1998[2].

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giappone Italia
1 Il primo incontro
「光刃(ひかりのやいば)輝く」 - Hikari no Yaiba Kagayaku
3 aprile 1998 1º marzo 2004
2 Una manovra eccezionale
「女神翔ぶ」 - Megami Tobu
10 aprile 1998 2 marzo 2004
3 Operazione testimone
「厨房踊る」 - Chuubou Odoru
17 aprile 1998 3 marzo 2004
4 Bellezze al sole
「ヤシガニ屠る」 - Yashigane Hofuru
24 aprile 1998 4 marzo 2004
5 Trappola nel deposito
「光炎轟く」 - Kouen Todoroku
1º maggio 1998 5 marzo 2004
6 Rivalità pericolosa
「駄天使疾る」 - Datenshi Hashiru
8 maggio 1998 6 marzo 2004
7 Scacco matto
「棋士まみえる」 - Kishima Mieru
15 maggio 1998 7 marzo 2004
8 Affinità elettronica
「ニーナ窮す」 - Neena Kyuusu
22 maggio 1998 8 marzo 2004
9 Che confusione!
「厠消ゆ」 - Kawaya Kiyu
29 maggio 1998 9 marzo 2004
10 Tentare per vincere
「流浪決する」 - Rurou Kessuru
5 giugno 1998 10 marzo 2004
11 Addio, amico mio
「朋友散る」 - Houyuu Chiru
12 giugno 1998 11 marzo 2004
12 Fine di una minaccia
「涙雨果てる」 - Houyuu Chiru
19 giugno 1998 12 marzo 2004
13 La casa dei ricordi
「追憶巡る」 - Tsuioku Meguru
26 giugno 1998 13 marzo 2004
14 Per vincere la paura
「恐怖ささやく」 - Kyoufu Sasayaku
3 luglio 1998 14 marzo 2004
15 Trasportatore di materia
「悪夢現る」 - Akumu Arawaru
10 luglio 1998 15 marzo 2004
16 Ritorno a casa
「ミリィ欲する」 - Milly Hossuru
17 luglio 1998 16 marzo 2004
17 L'ispettore trema
「警部ブッ飛ぶ」 - Keibu Buttobu
24 luglio 1998 17 marzo 2004
18 Una nuova minaccia
「無頼流れる」 - Burai Nagareru
31 luglio 1998 18 marzo 2004
19 Il richiamo delle tenebre
「闇 誘(いざな)う」 - Yami Izanau
7 agosto 1998 19 marzo 2004
20 Momenti difficili
「想い届かず」 - Omoi Todokazu
14 agosto 1998 20 marzo 2004
21 Non sono un perdente
「氷原燃える」 - Hyougen Moeru
21 agosto 1998 21 marzo 2004
22 Il mistero è svelato
「宿命紡ぐ」 - Shukumei Tsumugu
28 agosto 1998 22 marzo 2004
23 La potenza del cannone gravitazionale
「阿修羅来たる」 - Ashura Kitaru
4 settembre 1998 23 marzo 2004
24 Una decisione estrema!
「乙女還る」 - Otome Kaeru
11 settembre 1998 24 marzo 2004
25 L'ultima chiave
「聖魔相撃つ」 - Sei Ma Aiutsu
18 settembre 1998 25 marzo 2004
26 La resa dei conti
「そして…光刃輝く」 - Soshite... Koujin Kagayaku!
25 settembre 1998 26 marzo 2004

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

  • Sigla di apertura
Infinity cantata da Megumi Hayashibara
  • Sigle di chiusura
Extrication cantata da Megumi Hayashibara (eps 1-26)

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • La serie è legata a The Slayers dal fatto di essere in ambientata in uno dei quattro mondi creata dal Signore degli Incubi (dove al posto di demoni ci sono intelligenze artificiali sotto forma di sperdute navi spaziali).
  • Nel manga non compaiono i personaggi di Carly e Roy Glen, sostituiti da altri sicari di importanza secondaria.
  • Nel manga compare Anis, una bambina in grado di amplificare od annullare la Psy-Energy nelle persone a lei vicine, a seconda del proprio stato d'animo. Essa è, in realtà, una clone modificata della nonna di Kane.
  • Nel manga, StarGazers combatte contro Kane, mentre lo Spargitore di Tenebre viene ucciso da Milly.
  • Nell'episodio 12, all'interno di un locale, compare una bottiglia su cui si trova un'immagine di Lina Inverse, protagonista di The Slayers, altra opera di Hajime Kanzaka.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Lost Universe" presto in DVD, su Film.it, 4 maggio 2006. URL consultato il 7 novembre 2016.
  2. ^ (JA) I titoli originali e le date di trasmissione., su Anime Marumegane. URL consultato il 7 novembre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga