Long Wei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Long Wei
fumetto
Lingua orig.italiano
PaeseItalia
TestiDiego Cajelli
DisegniLuca Genovese
EditoreEditoriale Aurea
1ª edizione31 maggio 2013 – 17 giugno 2014
Periodicitàmensile
Albi12 (completa)
Genereazione, noir metropolitano, arti marziali
Long Wei
Nome orig.Long Wei
Lingua orig.Italiano
Autori
1ª app.maggio 2013
Specieumano
SessoMaschio
Etniacinese
Abilità

Long Wei è una serie a fumetti italiana creata da Diego Cajelli (sceneggiatura) e Luca Genovese (disegni), di genere azione/noir metropolitano[1].

Prende il nome dal suo protagonista, appunto Long Wei, un ragazzo cinese, grande esperto di arti marziali, che trasferitosi a vivere in Italia diventa in breve tempo il difensore ed il raddrizzatore di torti della comunità cinese di Milano.

È pubblicata da Editoriale Aurea, in volumi di formato bonellide e a cadenza mensile, a partire dal 31 maggio 2013, ed è composta da 12 numeri.[2].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Long Wei è un giovane aspirante attore che spera di sfondare nei film d'azione cinesi grazie alle sue abilità nelle arti marziali. Malgrado diversi ruoli come comparsa, tuttavia, non riesce ad aver successo e deve infine rinunciare ai suoi sogni di fama; quando poi suo zio Tony, che gestisce un fallimentare ristorante cinese a Milano, si ritrova nei guai per una brutta storia di gioco d'azzardo, il giovane accetta di aiutarlo e si imbarca per l'Italia. Giunto nella "Chinatown milanese" di via Paolo Sarpi, il ragazzo in breve tempo riesce a salvare lo zio smascherando gli inganni della bisca clandestina con cui questi si era invischiato, e dando il benservito ai suoi proprietari a colpi di Kung-fu.

Da quel momento in poi, Long Wei si ritroverà a diventare un vero e proprio difensore di Chinatown, ritrovandosi ad affrontare e sconfiggere, insieme al suo amico italiano Vincenzo Palma, esponenti della mafia cinese e della criminalità organizzata italiana, oltre a criminali e balordi di ogni genere, divenendo infine un vero e proprio eroe per la comunità cinese del capoluogo lombardo.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Long Wei: ragazzo cinese grande esperto di arti marziali (in particolare di Wing Chun e degli stili del nord[3]), in passato è stato attore di wuxia e di film d'azione, ma non ha mai sfondato. Giunge in Italia per aiutare lo Zio Tony, indebitatosi a causa della passione per il gioco d'azzardo, e risolve la situazione affrontando e sconfiggendo i suoi persecutori. Da quel momento in poi, inizia a raddrizzare torti di ogni tipo, aiutando i suoi compaesani di Milano a colpi di Wushu. Il suo nome (che in caratteri cinesi si scrive 龙威, pinyin Lóng Wēi) letteralmente significa "dragone maestoso"[4]
  • Vincenzo Palma: personaggio non esattamente immacolato dei bassifondi milanesi, ha avuto diversi guai con la giustizia e sembra conoscere tutte le canaglie della città, ma fondamentalmente ha un cuore d'oro. Frequentatore abituale del locale dello zio Tony, gli viene chiesto da questi di insegnare l'italiano a Long Wei. Fa la sua apparizione nel secondo albo, al termine del quale viene ferito da un colpo di pistola e salvato da Long Wei: da quel momento i due diventano amici e inseparabili compagni d'avventure
  • Ilaria de Falco: ispettrice della Polizia italiana, le sue indagini la portano ad incrociare spesso Wei e Vincenzo. È figlia di Simone de Falco, personaggio della miniserie Milano criminale creata dallo stesso Cajelli
  • Tigri immortali del bosco dei salici: potentissima organizzazione della mafia cinese, è invischiata in molti loschi affari milanesi, a Chinatown e fuori; ben presto si ritrova a fare i conti con Long Wei

Realizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Il soggetto alla base del fumetto nasce da un'idea di Enzo Marino (direttore dell'editoriale Aurea) e del fumettista Roberto Recchioni[1][2][5]; quest'ultimo è anche produttore esecutivo della serie[6]. La stesura dei testi e della sceneggiatura degli albi è di Diego Cajelli, mentre la creazione grafica del personaggio è del disegnatore Luca Genovese, autore anche dei disegni del primo numero.

Oltre a Genovese, si succedono ai disegni Gianluca Maconi, Luca Bertelè, Francesco Mortarino, Valerio Nizi Jean Claudio Vinci, Daniele Di Nicuolo e Stefano Simeone[1], mentre Stefano Ascari, Luca Vanzella, Michele Monteleone e Francesco Savino collaborano con Cajelli alla sceneggiatura di alcuni numeri[1]. Le copertine sono dell'artista romano Lorenzo Ceccotti, in arte LRNZ[1][2].

Il lancio della serie è stato preceduto da un'intensa campagna pubblicitaria su più media, definita dagli stessi autori come "virale"[2], che ha compreso social network, conferenze, video, adesivi e la realizzazione di un "numero zero" distribuito gratuitamente[2][5].

L'edizione è a cura della casa editrice romana Editoriale Aurea.

Albi[modifica | modifica wikitesto]

Nota: una peculiarità della serie è riportare in copertina un titolo abbreviato ed un titolo più esteso sul frontespizio della prima pagina; nella tabella il secondo è scritto in carattere più piccolo.

Nr. Titolo Data di pubblicazione Soggetto Sceneggiatura Disegni Copertina
1 Il drago arrivò in un giorno di pioggia 31 maggio 2013 Diego Cajelli Diego Cajelli Luca Genovese Lorenzo Ceccotti (LRNZ)
2 L'ombra delle cinque lame 15 luglio 2013 Diego Cajelli Diego Cajelli Gianluca Maconi Lorenzo Ceccotti
3 Il pugno dell'eterna primavera 12 agosto 2013 Diego Cajelli Diego Cajelli e Stefano Ascari Luca Bertelè e Patrick Macchi Lorenzo Ceccotti
4 L'inferno del fuoco urlante 20 settembre 2013 Diego Cajelli Diego Cajelli e Stefano Ascari Francesco Mortarino Lorenzo Ceccotti
5 Il leone corre sulla foglia di loto 25 ottobre 2013 Diego Cajelli Diego Cajelli e Stefano Ascari Valerio Nizi Lorenzo Ceccotti
6 Il tempio del drago scarlatto 4 dicembre 2013 Diego Cajelli e Luca Vanzella Luca Vanzella Luca Genovese Lorenzo Ceccotti
7 Lo scorpione domina sul regno dell'odio 15 gennaio 2014 Diego Cajelli Diego Cajelli, Stefano Ascari e Luca Vanzella Jean Claudio Vinci Lorenzo Ceccotti
8 Le maschere per una festa di morte 15 febbraio 2014 Diego Cajelli Diego Cajelli e Stefano Ascari Daniele Di Nicuolo Lorenzo Ceccotti
9 La trappola del serpente di cemento 15 marzo 2014 Diego Cajelli e Michele Monteleone Michele Monteleone Stefano Simeone Lorenzo Ceccotti
10 Gli artigli, l'uncino e il drago imprigionato 16 aprile 2014 Diego Cajelli e Luca Vanzella Luca Vanzella Valerio Nizi Lorenzo Ceccotti
11 La mano degli antenati riposa sul buio 16 maggio 2014 Diego Cajelli e Francesco Savino Diego Cajelli e Francesco Savino Francesco Mortarino Lorenzo Ceccotti
12 Le forme volano nel cielo a pezzi 17 giugno 2014 Diego Cajelli Diego Cajelli e Stefano Ascari Gianluca Maconi Lorenzo Ceccotti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Long Wei, la serie a fumetti sulla Chinatown di Milano, in la Repubblica XL.
  2. ^ a b c d e Daniele Croci, Recensione di Long Wei 1, in Comicus.it.
  3. ^ Come esplicitato dallo stesso Cajelli nella quarta di copertina di Long Wei #1 - Il drago
  4. ^ Così lo traduce il personaggio dello Zio Tony in Long Wei #3 - Il pugno
  5. ^ a b L’urlo di Long Wei lascia interdetta Milano, in ubcfumetti.com.
  6. ^ Accreditato nella seconda di copertina degli albi

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti