Lonchophylla dekeyseri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lonchophylla dekeyseri
Lonchophylla dekeyseri ..JPG
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Phyllostomidae
Sottofamiglia Glossophaginae
Genere Lonchophylla
Specie L.dekeyseri
Nomenclatura binomiale
Lonchophylla dekeyseri
Taddei, Vizotto, & Sazima, 1983

Lonchophylla dekeyseri (Taddei, Vizotto, & Sazima, 1983) è un pipistrello della famiglia dei Fillostomidi diffuso nell'America meridionale.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Pipistrello di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 48 e 63 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 34,7 e 37,7 mm, la lunghezza della coda tra 6 e 8 mm, la lunghezza del piede tra 10 e 11 mm, la lunghezza delle orecchie tra 12 e 16 mm e un peso fino a 11 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

Le parti dorsali sono bruno-rossastre, mentre le parti ventrali sono marrone chiaro. Il muso è lungo, con il labbro inferiore attraversato da un profondo solco longitudinale contornato da due cuscinetti carnosi e che si estende ben oltre quello superiore. La foglia nasale è lanceolata, ben sviluppata e con la porzione anteriore saldata al labbro superiore. Le orecchie sono corte, triangolari con l'estremità arrotondata e ben separate tra loro. Le ali sono attaccate posteriormente sulle caviglie. La coda è corta e fuoriesce con l'estremità dalla superficie dorsale dell'uropatagio. Il calcar è più corto del piede.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Si rifugia all'interno di grotte, gallerie e fessure rocciose.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di fiori di alberi dei generi Pseudobombax, Bauhinia, Lafoensia, Ruellia, Inga durante la stagione secca e frutta, incluse alcune forme di Piper e Cecropia, ed insetti in quella umida.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Femmine gravide sono state catturate marzo, aprile, maggio e giugno

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è diffusa negli stati brasiliani di Piauí, Distrito Federal e Minas Gerais e nella Bolivia orientale.

Vive nel cerrado e nelle foreste secche contenenti ammassi rocciosi calcarei.

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List, considerato che questa specie ha un areale limitato e frammentato e il suo habitat è in rapido declino, classifica L. dekeyseri come specie prossima alla minaccia (Near Threatened).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Sampaio, E., Lim, B. & Peters, S. 2008, Lonchophylla dekeyseri, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Lonchophylla dekeyseri, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Woodman & Al., 2006.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi