Livecode

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
LiveCode
AutoreRuntime Revolution, Ltd
Data di origine1993
UtilizzoGeneral purpose
ParadigmiOrientato agli oggetti
TipizzazioneDinamica
Influenzato daHyperTalk
Implementazione di riferimento
Sistema operativoWindows, Linux, macOS, Android, iOS
LicenzaGNU General Public License, commerciale per creazione programmi commerciali
Sito web

Livecode (un tempo conosciuto come Revolution)[1] è sia un linguaggio di programmazione open-source sia un ambiente di sviluppo (IDE). Grazie ad una fruttuosa campagna di raccolta fondi il linguaggio nel 2013 è stato rilasciato sotto licenza GPL ma per lo sviluppo di applicazioni commerciali la Runtime Revolution chiede il pagamento di una licenza. Il linguaggio si ispira e continua Hypercard.[2][3]

Livecode è distribuito per Windows, Linux, macOS, indistintamente dalla piattaforma su cui è eseguito può generare software contemporaneamente per Windows, Linux, macOS, Android e iOS: in quest'ultimo caso lo sviluppo è possibile solo dalla piattaforma Mac perché il compilatore Xcode necessario a generare il codice per iOS è rilasciato solo per macOS.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Una delle peculiarità di Livecode è di creare applicazioni su molti sistemi operativi utilizzando un sistema privo di compilazione. Il linguaggio è di alto livello, simile all'inglese, tipizzato dinamicamente. L'accoppiata dell'inglese con un linguaggio di alto livello rende di facile comprensione il codice. Per esempio, lanciando il seguente codice alle ore 9:

repeat ten times
put "Ciao mondo alle ore " & the time & return 
end repeat

Appariranno 10 righe con la scritta "Ciao mondo alle ore 9:00 AM".

Nonostante la semplicità della sintassi, il linguaggio include librerie e funzioni per: array associativi, espressioni regolari, multimedia, database, TCP/IP, grafica vettoriale e un browser web integrato.

Esempi[modifica | modifica wikitesto]

  • Per caricare il codice di una pagina web in una variabile:
put url "http://www.yahoo.com" into MiaVariabile
  • Per caricare un file su un server FTP:
put url "binfile:picture.jpg" into url "ftp://john:passwd@ftp.example.net:2121/picture.jpg[collegamento interrotto]"

Profondità[modifica | modifica wikitesto]

Livecode ha al suo interno circa 1900 parole riservate, che possono essere ampliate con librerie esterne scritte in C o altri linguaggi di basso livello.[4][5]

Formato dei file[modifica | modifica wikitesto]

I file progetto di Livecode sono binari compatibili su tutte le piattaforme, oltre il codice vengono preservati lo stesso aspetto di bottoni, campi e menu senza bisogno di intervenire.

Quando si crea un programma a se stante (modalità stand alone), l'eseguibile finale è prodotto in base all'architettura di destinazione che impostiamo (Android, Linux, Win, Mac, iOS, ecc.). Non è necessario alcun componente aggiuntivo, il programma ottenuto ha dentro di sé tutto il necessario per funzionare. La dimensione minima di un programma comprensivo di grafica si aggiorna di solito sugli 1,5 MB.

Compatibilità[modifica | modifica wikitesto]

Version Macintosh Windows Linux
7.x[6] 10.4.11 - 10.8.x Intel 2000 SP4, XP SP2+, 2003, Vista SP1+, 7, 2008 2.4.x+ 32 bit X11R5 glibc 2.3.2 gtk lcms
6.x[7] 10.4.11 - 10.8.x Intel/PPC 2000 SP4, XP SP2+, 2003, Vista SP1+, 7, 2008 2.4.x+ 32 bit X11R5 glibc 2.3.2 gtk lcms
5.x[8] 10.4.11 - 10.8.x Intel/PPC 2000 SP4, XP SP2+, 2003, Vista SP1+, 7, 2008 2.4.x+ 32 bit X11R5 glibc 2.3.2 gtk lcms
4.6.x[9] 10.4.11 - 10.8.x Intel/PPC 2000 SP4, XP SP2+, 2003, Vista SP1+, 7, 2008 2.4.x+ 32 bit X11R5 glibc 2.3.2 gtk lcms
4.5.x[10] 10.3.9 - 10.8.x Intel/PPC 2000 SP4, XP SP2+, 2003, Vista SP1+, 7, 2008 2.4.x+ 32 bit X11R5 glibc 2.3.2 gtk lcms
4.0.x ? ? ?
3.x ? ? ?
2.6.x[11] 10.2.7 - 10.6.x Intel/PPC, 9.2.2 PPC 98, Me, NT, 2000, XP, Vista 2.4+ 32 bit X11R5 glibc 2.2.4 gtk lcms

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MacNN: RunRev replaces Revolution with "LiveCode"
  2. ^ Dan Shafer, Review: Runtime Revolution, Programming for Mere Mortals, in MacTech, vol. 20, nº 5, 2004.
    «Revolution ... grows out of HyperCard, a much-beloved and widely used Apple Computer product that the company abandoned a few years ago....».
  3. ^ Phil Manchester, HyperCard on steroids: One code to bind them all, The Register, 27 dicembre 2007.
  4. ^ Tim Monroe, Children of the Revolution: Editing QuickTime Movies in Revolution, in MacTech, vol. 19, nº 10, 2003.
    «Happily, Runtime Revolution provides a software development kit (SDK) for writing Revolution plug-ins, and this makes writing our plug-in a snap.».
  5. ^ Waddingham, Mark, Writing Externals for Linux with 2.9, su Runtime Revolution Newsletter, Runtime Revolution, Ltd, 4 ottobre 2007.
  6. ^ http://downloads.livecode.com/livecode/7_0_1/LiveCodeNotes-7_0_1.pdf
  7. ^ http://www.runrev.com/downloads/livecode/6_0_0/LiveCodeNotes-6_0_0.pdf
  8. ^ http://www.runrev.com/downloads/livecode/5_5_0/LiveCodeNotes-5_5_0.pdf
  9. ^ http://www.runrev.com/downloads/livecode/4_6_0/LiveCodeNotes-4_6_0.pdf
  10. ^ http://www.runrev.com/downloads/livecode/4_5_0/LiveCodeNotes-4_5_0.pdf
  11. ^ Copia archiviata (PDF), su downloads.runrev.com. URL consultato il 1º maggio 2013 (archiviato dall'url originale il 21 dicembre 2012).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

  • HyperCard, progenitore di Livecode e di diversi linguaggi xTalk

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Software libero Portale Software libero: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di software libero