Lingue polinesiane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lingue polinesiane
Parlato inPolinesia e Polinesia periferica
Tassonomia
FilogenesiLingue austronesiane
 Lingue maleo-polinesiache
  Lingue oceaniche
   Lingue del Pacifico centrale
Codici di classificazione
Glottologpoly1242 (EN)

Le lingue polinesiane sono una famiglia di lingue oceaniche parlate nella regione della Polinesia ma anche nella Polinesia periferica. Fanno parte delle lingue del Pacifico centrale.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Le lingue polinesiane, derivate dal protopolinesiano, e parenti della famiglia detta Central Pacific che comprende anche le lingue delle Figi e di Rotuma, sono generalmente classificate come parte delle lingue austronesiane, appartenenti al ramo oceanico di questa grande famiglia, nato dal protooceanico.

Secondo The Lexicon of Proto Oceanic di Malcolm Ross e Andrew Pawley, che si basa sulla classifica di Jeffrey Marck (1999)[1], le lingue polinesiane si suddividono cosí (codici ISO 639-3):

Secondo l'edizione 2009 di Ethnologue, le lingue polinesiane sarebbero invece 37, classificate come segue:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ A revision of the standard theory of Polynesian linguistic subgrouping and its culture history implications, Archaelogy and language II, Londra, Routledge. Revising Polynesian linguistic subgrouping and its culture history implications, Archaeology and Language IV, Edition 1st Edition, First Published 1999, Imprint Routledge.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 58982 · LCCN (ENsh85104690 · BNF (FRcb119635126 (data)