Lingua rapanui

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rapanui
Parlato in Cile
Regioni Isola di Pasqua
Persone 3.390 (2000)
Classifica non nelle prime 100
Scrittura alfabeto latino
Tipo VSO
Filogenesi Lingue austronesiane
 Lingue maleo-polinesiache
  Lingue oceaniche
   Lingue del Pacifico centrale
    Lingue polinesiane
Codici di classificazione
ISO 639-2 rap
ISO 639-3 rap  (EN)
SIL rap  (EN)

La lingua rapanui, rapa nui, pasquano o pasquense è una lingua polinesiana parlata in Cile, sull'Isola di Pasqua.

Distribuzione geografica[modifica | modifica sorgente]

Secondo l'edizione 2009 di Ethnologue, nel 2000 i locutori di rapanui in Cile erano 3.390, stanziati principalmente sull'isola di Pasqua. La lingua è attestata anche a Tahiti, nella Polinesia Francese, e nei territori pacifici degli Stati Uniti d'America.

Al censimento cileno del 2002, si contavano 4647 persone di etnia rapanui, la popolazione autoctona dell'Isola di Pasqua.[1].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Rapa Nui, nome autoctono dell'Isola di Pasqua, significa "grande isola". Il nome deriverebbe da quello di un'isola della Polinesia Francese, Rapa Iti o "piccola isola"; per la somiglianza tra le due isole, poste anche alla stessa latitudine (tuttavia Thor Heyerdahl ipotizza che originariamente il nome dell'Isola di Pasqua fosse Rapa, e che, quando alcuni schiavi, verso il 1860, arrivarono sulla nuova isola l'avessero chiamata Rapa Iti cioè "piccola Rapa" e quindi, l'altra sarebbe diventata Rapa Nui.[2]

Fonologia[modifica | modifica sorgente]

La lingua rapanui ha dieci consonanti e cinque vocali.

Consonanti[modifica | modifica sorgente]

Consonante labiale Consonante alveolare Consonante velare Consonante glottidale
Nasale m n ŋ
Occlusiva p t k ʔ
Fricativa v h
Tap ɾ

Vocali[modifica | modifica sorgente]

Vocale anteriore Vocale centrale Vocale posteriore
Vocale chiusa i u
Vocale media e o
Vocale aperta a

Tutte le vocali possono essere lunghe o corte, sono sempre lunghe quando si trovano alla fine di una parola.[3] Sono presenti molte sequenze vocaliche, con l'eccezione di *uo. Ripetizione di sequenze non si verificano tranne che per eee ('si').[4]

Grammatica[modifica | modifica sorgente]

Il rapanui è una lingua Verbo Soggetto Oggetto.

Sistema di scrittura[modifica | modifica sorgente]

Oggigiorno il rapa nui viene scritto utilizzando, l'alfabeto latino come tutte le altre lingue polinesiane.

Grafía AFI Esempio Italiano Pronuncia approssimata
A, a a aringa cara Come la a di avena.
E, e e era quello, quella Come la e di caffè.
H, h h hare casa Suono aspirato, come la h dell'inglese
I, i i ivi osso Come la i di imbuto.
K, k k koe tu Come la c di cosa.
M, m m maika banana Come la m di metro.
N, n n nui-nui grande Come la n di narice.
Ng, ng, ŋ, g ŋ ngangata uomo Come la ng di tango.
O, o o oru maiale Come la o di orecchia.
P, p p poki bambino/a Como la p di pelo.
R, r ɾ Rapa Nui Isola di Pasqua Come la r intervocalica ad es. pera.
T, t t te il, la, lo, i, gli, le Come la t di topo.
U, u u uma petto Come la u di uno.
V, v v viʻe donna Come la b o v intervocalica es. abete o vivo.
’, ʻ ʔ toʻoku il mio Non c'è un suono equivalente in italiano, è una consonante sorda prodotta interrompendo il flusso d'aria nella glottide.


L'occlusiva glottidale sorda presente nell'inventario fonemico viene rappresentata col segno ortografico . Du Feu (1996:2) ipotizza che il fatto che questa consonante occlusiva sia rimasta nella lingua si debba all'isolamento geografico dell'isola nel corso dei secoli.

Le lettere d, f, g, s ed i digrafi ch e ll vengono usati per le parole di origine straniera, soprattutto quelle prese in prestito dallo spagnolo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Censo 2002 Síntesis de Resultados - Etnías pag. 23, Instituto Nacional de Estadísticas. URL consultato il 14-01-2013.
  2. ^ Thor Heyerdahl The Concept of Rongorongo Among the Historic Population of Easter Island. Stockholm 1961 - Heyerdahl afferma che le due isole hanno all'incirca le stesse dimensioni e che i termini "grande" e "piccolo" siano da considerare attributi storici e non fisici. In realtà l'Isola di Pasqua è circa 4 volte più grande dell'altra.
  3. ^ Du Feu 1996: p. 184
  4. ^ Du Feu 1996: p. 185–186

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Du Feu, V., 1996. Rapa Nui. London: Routledge.
  • Fischer, S.R., 2008. Reversing Hispanisation on Rapa Nui (Easter Island). In T. Stolz, D. Bakker, R.S. Palomo (eds) Hispanisation: The Impact of Spanish on the Lexicon and Grammar of the Indigenous Languages of Austronesia and the Americas. Berlin: Mouton de Gruyter, pp. 149–165.
  • Makihara, M., 2005a. Rapa Nui ways of speaking Spanish: Language shift and socialization on Easter Island. Language in Society 34, pp. 727–762.
  • Makihara, M., 2005b. Being Rapa Nui, speaking Spanish: Children's voices on Easter Island. Anthropological Theory 5, pp. 117–134.
  • Pagel, S., 2008. The old, the new, the in-between: Comparative aspects of Hispanisation on the Marianas and Easter Island (Rapa Nui). In T. Stolz, D. Bakker, R.S. Palomo (eds) Hispanisation: The Impact of Spanish on the Lexicon and Grammar of the Indigenous Languages of Austronesia and the Americas. Berlin: Mouton de Gruyter, pp. 167–201.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]