Lingue ibero-romanze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lingue ibero-romanze
Tassonomia
FilogenesiLingue indoeuropee
 Lingue italiche
  Lingue romanze
   Lingue italo-occidentali
    Lingue romanze occidentali
     Lingue gallo-iberiche
Lenguas Iberorromance.PNG

Le lingue ibero-romanze sono un ramo delle lingue romanze sviluppate nella penisola iberica. Le lingue considerate ibero-romanze sono principalmente le lingue asturiano-leonesi, il spagnolo, portoghese, galiziano e aragonese. Altre classificazioni includono anche il catalano, ma l'inclusione di quest'ultimo è problematica, per non condividere le principali caratteristiche delle lingue ibero-romanze. [1]

Caratteristiche principali delle lingue ibero-romanze[modifica | modifica wikitesto]

  • La principale caratteristica delle lingue ibero-romanze è che non perdono le ultime vocali latine, in contrasto con le lingue galloromanze. L'aragonese perde la (e) finale è l'eccezione nelle lingue ibero-romanze.
  • Perdono le forme avverbiali latine Ibi e Index, a differenza delle altre lingue romanze.
  • Formano i plurali con (as, es, os).
  • Cambiamento del (f) latino per (h) questo fenomeno si è verificato in lo spagnolo, estremegno, cantabro e nell'asturiano orientale per l'influenza del basco.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Le lingue ibero-romanze comprendono: [2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pharies, David A. (2007). A Brief History of the Spanish Language. University of Chicago Press. p. 13. ISBN 978-0-226-66683-9.
  2. ^ The Romance Languages. Cambridge University Press. p. 57. ISBN 978-0-521-28139-3.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4120201-6
Linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica