Lingue galloromanze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lingue galloromanze
Parlato in Europa
Tassonomia
Filogenesi Lingue indoeuropee
 Lingue italiche
  Lingue romanze
   Lingue italo-occidentali
    Lingue romanze occidentali
     Lingue gallo-iberiche

Le lingue galloromanze sono un ramo delle lingue gallo-iberiche.

Suddivisione interna delle lingue galloiberiche.

Distribuzione geografica[modifica | modifica wikitesto]

Le lingue galloromanze sono diffuse prevalentemente in Belgio, Francia, Italia Settentrionale e Svizzera.

Il sostrato e lo sviluppo delle lingue galloromanze[modifica | modifica wikitesto]

Il sostrato delle lingue galloromanze é, come suggerisce il nome, di tipo celtico. In buona parte della fascia padana e nelle parlate alto- francesi (vallone escluso), il sostrato celtico si limita a palesarsi tramite fenomeni di tipo fonetico; nelle lingue francoprovenzale, ladina e friulana invece il sostrato è anche e soprattutto di tipo lessicale e grammaticale. Ad esempio, secondo alcune recenti stime e studi, almeno il 10% del patrimonio lessicale friulano (toponimi compresi) sarebbe riconducibile al celtico. Un altro sostrato presente in queste lingue è quello retico, marcato soprattutto nel Romancio e nell'Anaunico, ma anche nelle altre lingue gallo-romanze alpine . In ultimo luogo, bisogna ricordare i fenomeni sostratici venetico (di cui restano alcune tracce negli attuali Veneto e Trentino) e ligure (nel ligure attuale).

Altrettanto importanti sono i superstrati, in massima parte germanici o neo-latini. In particolare il superstrato franco è stato fondamentale nella formazione del francese e del vallone, quello burgundo per il francoprovenzale, quello longobardo per le restanti lingue (galloitalico, romancio, anaunico, veneto, ladino, friulano).

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Secondo Ethnologue, le lingue galloromanze comprendono:

Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4120188-7