Lingua swati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Swati
siswati
Parlato inSudafrica, Swaziland, Lesotho, Mozambico
Locutori
Totale2 milioni
Altre informazioni
ScritturaAlfabeto latino
Tassonomia
FilogenesiLingue niger-kordofaniane
 Lingue congo-atlantiche
  Lingue volta-congo
   Lingue benue-congo
    Lingue bantoidi
     Lingue bantoidi meridionali
      Lingue bantu
       Lingue bantu centrali
        Lingue bantu S
         Lingue nguni
Statuto ufficiale
Ufficiale inSudafrica, Swaziland
Codici di classificazione
ISO 639-1ss
ISO 639-2ssw
ISO 639-3ssw (EN)
Glottologswat1243 (EN)
Estratto in lingua
Dichiarazione universale dei diritti umani, art. 1
Bonkhe bantfu batalwa bakhululekile balingana ngalokufananako ngesitfunti nangemalungelo. Baphiwe ingcondvo nekucondza kanye nanembeza ngakoke bafanele batiphatse nekutsi baphatse nalabanye ngemoya webuzalwane.
South Africa 2011 Swazi speakers proportion map.svg
Distribuzione dei locutori L1 in Sudafrica nel 2011

La lingua swati, nota anche come swazi (nome nativo siswati) è una lingua nguni parlata in Africa meridionale.

Distribuzione geografica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati del censimento sudafricano del 2011,[1] i locutori L1 sono 1.297.046, pari al 2,6% della popolazione, concentrati nella provincia di Mpumalanga, dove è parlato dal 27,7 % della popolazione.

Secondo Ethnologue,[2] la lingua è parlata da 980.000 persone in Swaziland (dato del 2006), 43.000 in Lesotho (dato del 2002) e 1.200 in Mozambico (dato del 2006). Complessivamente si stimano oltre 2 milioni di locutori.

Lingua ufficiale[modifica | modifica wikitesto]

È una lingua ufficiale nello Swaziland[3] e in Sudafrica.[4]

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Fa parte del sottogruppo lingue nguni, delle lingue bantu.

Sistema di scrittura[modifica | modifica wikitesto]

Per la scrittura si utilizza l'alfabeto latino.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Census 2011 - Census in brief (PDF), Statistics South Africa.
  2. ^ (EN) Lewis, M. Paul, Gary F. Simons, and Charles D. Fennig (eds), Swati, in Ethnologue: Languages of the World, Seventeenth edition, Dallas, Texas, SIL International, 2013.
  3. ^ Swaziland, su The World Factbook, Central Intelligence Agency. URL consultato il 18 dicembre 2012.
  4. ^ South Africa, su The World Factbook, Central Intelligence Agency. URL consultato il 18 dicembre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • [[[:ss:Likhasi Lelikhulu|Likhasi Lelikhulu]] Wikipedia in lingua swati].
Controllo di autoritàLCCN (ENsh85131019 · BNF (FRcb11974149w (data)