Lido di Dante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lido di Dante
frazione
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
Provincia Provincia di Ravenna-Stemma.svg Ravenna
Comune Ravenna-Stemma.png Ravenna
Territorio
Coordinate 44°23′13.2″N 12°19′01.2″E / 44.387°N 12.317°E44.387; 12.317 (Lido di Dante)Coordinate: 44°23′13.2″N 12°19′01.2″E / 44.387°N 12.317°E44.387; 12.317 (Lido di Dante)
Altitudine m s.l.m.
Abitanti 426[1]
Altre informazioni
Cod. postale 48124
Prefisso 0544
Fuso orario UTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Lido di Dante
Lido di Dante

Lido di Dante è una frazione del comune di Ravenna, situata circa 13 km a sud est del capoluogo, sulla Riviera romagnola. È compresa tra la foce dei Fiumi Uniti (Ronco e Montone) e quella del Bevano. È raggiungibile con una deviazione dalla via Romea, a Sud di Ravenna ed a Nord dell'abitato di Classe, nei pressi della Basilica di Sant'Apollinare in Classe e a breve distanza da Mirabilandia.

Luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Lido di Dante è un centro turistico balneare, rinomato soprattutto per la spiaggia di Foce Bevano o della Bassona. Nel 2003 questa spiaggia fu segnalata da Legambiente per il suo carattere incontaminato (visto che comprende in parte la pineta di Classe) e in seguito eletta con altre dieci fra le più belle d'Italia.[2]

Frequentata a scopo di naturismo fin dagli anni cinquanta,[3] nel 2002 la Bassona venne riconosciuta ad abbigliamento facoltativo dal Comune di Ravenna ed un tratto di spiaggia di 1000 metri fu riservato ai soli naturisti con un'ordinanza del sindaco Vidmer Mercatali. Le ordinanze del Sindaco furono poi emanate ogni anno per un tratto di 500 metri di spiaggia sino al 2006 ma nel 2007 il nuovo sindaco Fabrizio Matteucci rifiutò di emetterla nuovamente dicendo che la legge regionale n°26 /2006 non glielo consentiva interpretando il termine "servizi" in "servizi igienici". Il Sindaco Fabrizio Matteucci diceva che non poteva emetterla perché non aveva la possibilità di dotarla dei servizi igienici richiesti obbligatoriamente dalla nuova legge regionale ma secondo i naturisti questa motivazione è apparsa solo come un pretesto perché il comma 2 dell'art. 3 della legge che recita: " Nelle aree pubbliche destinate al naturismo dovranno essere costruite semplici infrastrutture destinate a servizi che siano scarsamente visibili, non inquinanti, rispettose dell'ambiente e degli eventuali vincoli esistenti" il termine servizi (non obbligatorio) viene interpretato come servizi in generale e non come obbligo dei soli servizi igienici. L'applicazione da parte del comune di Ravenna della legge ha generato polemiche (anche tra gli operatori commerciali) in relazione all'elevato numero di turisti (oltre 15.000, di cui molti stranieri) registrato annualmente dalla spiaggia nudo-naturista.

Chiaramente non esiste solo la spiaggia naturista in quanto ben 5km son di spiaggia normale e 500m per il naturismo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La frazione di Lido di Dante, italia.indettaglio.it. URL consultato il 20 maggio 2016.
  2. ^ La Bassona fra le spiagge più belle d'Italia, in ErmesAmbiente, 22 luglio 2003. URL consultato il 24 marzo 2009.
  3. ^ E il sindaco del Pd caccia i nudisti, in Corriere della Sera, 7 luglio 2008. URL consultato il 24 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il ).
Romagna Portale Romagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Romagna