Level 42

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo singolo di Kimura Kaela, vedi Level 42.
Level 42
Level42 indigoO2 2009 02.jpg
Level 42 live all'Indigo di Londra nel giugno 2009
Paese d'origine Regno Unito Regno Unito
Genere Pop rock[1]
New wave[2]
Jazz-funk[1]
Sophistipop[1]
Dance rock[1]
Synth pop[2]
Periodo di attività 1980- 1994
2001 -in attività
Album pubblicati 19
Studio 11
Live 3
Raccolte 5
Sito web

I Level 42 sono un gruppo musicale new wave britannico, attivo dal 1979.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La formazione originale comprendeva 3 membri originari dell'isola di Wight: Mark King (basso e voce) e i fratelli Phil Gould (batteria) e Rowland Charles "Boon" Gould (chitarre), ed un membro originario di Londra: Mike Lindup (tastiere e voce), figlio della cantante Nadia Cattouse. Si può considerare quinto elemento della band a tutti gli effetti Wally Badarou, compositore, esperto di synth e co-produttore, il quale ha sempre affiancato la band in studio.

Il nome della band fu ispirato dalla lettura del romanzo di fantascienza Guida galattica per gli autostoppisti, scritto da Douglas Adams, dove il numero 42 è «la risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l'universo e tutto quanto».

Il sound ibrido dei Level 42 è caratterizzato dal basso elettrico ed eclettico di Mark King, maestro nella tecnica dello slap, dal falsetto di Mike Lindup e dagli arrangiamenti, sempre originali.

Il loro primo singolo, Love meeting love, uscì nel 1980 per l'etichetta Elite 4 di Andy Sojka.

Nel 1981 firmarono un contratto con la Polydor con la quale pubblicarono il loro primo album omonimo contenente la loro prima hit Love Games.

Nel 1982 vengono pubblicati due dischi: The Early Tapes (raccolta di brani registrati nel 1980) e The Pursuit of Accidents.

Nel 1983, al Montreaux Jazz Festival, Larry Dunn e Verdine White degli Earth, Wind & Fire, rimasero colpiti dall'abilità tecnica e dall'originalità del sound del gruppo, tanto da voler produrre il loro disco Standing in the Light, registrato negli USA.

Nel 1984 è la volta di True Colours che include il singolo di grande successo Hot Water.

Tra il 1985 e il 1988 raggiunsero l'apice della popolarità ed ebbero i massimi riscontri nelle classifiche.

Nel 1985 vennero pubblicati il doppio album live A Physical Presence ed il nuovo album World Machine caratterizzato da un sound più orientato al pop e contenente i singoli Something About You e Leaving Me Now.

Nel 1986 venne lanciato il singolo Lessons in Love, che schizzò in testa a tutte le classifiche europee e venne seguito nel 1987 dal nuovo album Running in the Family contenente successi quali, oltre all'omonima title-track anche Children Say, It's Over e To Be With You Again.

Nel 1988 si ebbe un primo cambio di formazione: i fratelli Gould furono sostituiti da Gary Husband alla batteria e da Alan Murphy alla chitarra per l'album Staring at the Sun che conteneva il singolo Heaven in my Hands.

Alan Murphy morì tragicamente l'anno successivo per cause legate all'Aids proprio pochi giorni prima la pubblicazione del primo 'Best of' ufficiale della band, arricchito dal singolo Take Care of Yourself.

Per il successivo Guaranteed - uscito nel 1991dopo molte controversie con la casa di produzione e il seguente passaggio dalla Polydor alla BMG - nelle registrazioni in studio alla chitarra si alternarono Allan Holdsworth e Dominic Miller, mentre al tour partecipò invece Jakko Jakszyk.

Per l'ultimo album degli anni novanta, Forever Now (1994) in studio fece ritorno Phil Gould, mentre per il tour venne ingaggiato Gavin Harrison. Alla fine della tournée il gruppo decise di sciogliersi, King e Lindup ritenevano infatti inadatto ai tempi e ormai senza possibilità di ulteriore successo commerciale il genere da loro proposto.

Alla soglia del 2000 Mark King ha ripreso l'attività, inizialmente come "Grupo Mark King", quindi acquistando i diritti del marchio "Level 42" da Mike Lindup. Inizialmente ha riproposto i vecchi successi in vari tour insieme a Gary Husband, al fratello Nathan King (chitarra), al sassofonista Sean Freeman e al tastierista Lyndon J. Connah, ma nel 2006 è stato l'artefice principale del nuovo album Retroglide nel quale "Boon" Gould ha fatto ritorno principalmente come paroliere (e chitarrista in un solo brano), mentre Mike Lindup è rientrato definitivamente come cantante e tastierista nel successivo tour europeo.

Nel 2010 hanno pubblicato con Universal Music "Living it Up", un cofanetto commemorativo del 30º anniversario contenente 4 cd, i primi due un "the best of", il terzo con materiale raro o inedito sia live sia da studio ed il quarto contenente le inedite versioni acustiche di alcuni tra i loro maggiori successi, registrate tra il 2009 e il 2010. Il tutto corredato da un book molto dettagliato e ricco di foto e interviste relativo alla loro storia. Nello stesso anno si esibiscono dal vivo a Lugano (Svizzera) all' "Estival Jazz". L'esibizione è trasmessa dalla rete RSI.

Il 31 ottobre 2013 hanno pubblicato l'EP Sirens, contenente sei nuove tracce mentre del 2014 è invece una cover del brano Need You Tonight degli INXS.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Ex componenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Rowland Charles "Boon" Gould: chitarra (1981-1987)
  • Phil Gould: batteria (1981-1987, 1994)
  • Wally Badarou: tastiere (1981-1994)
  • Gary Husband: batteria (1988-1992, 1999, 2001)
  • Alan Murphy: chitarra (1988-1989)
  • Jakko Jakszyk: chitarra (1991-1992)
  • Lyndon J. Connah: tastiere (1999-2005)
  • Anny McCaig: voce (1985-1992)
  • Krys Mack: sassofono (1983-1984)
  • Gary Barnacle: sassofono (1982, 1987, 1992)
  • John Tirkell: tromba (1992-1994)
  • Danny Bloom: chitarra (1994)

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album Studio[modifica | modifica wikitesto]

Album live[modifica | modifica wikitesto]

Compilation[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d scheda sui Level 42 da allmusic.com
  2. ^ a b Come riportano le schede sugli album dei Level 42 del sito allmusic.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN153218723 · LCCN: (ENn91079095 · ISNI: (EN0000 0001 2188 1802 · GND: (DE5064843-3 · BNF: (FRcb13904609v (data)
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock