Lepilemur tymerlachsoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lepilemure di Nosy Be
Lepilemur tymerlachsoni Lokobe 445.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 CR it.svg
Critico[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
(clade) Euarchonta
Ordine Primates
Sottordine Strepsirrhini
Infraordine Lemuriformes
Superfamiglia Lemuroidea
Famiglia Lepilemuridae
Genere Lepilemur
Specie L. tymerlachsoni
Nomenclatura binomiale
Lepilemur tymerlachsoni
Louis, 2006
Areale

Lepilemur tymerlachsoni range map.svg

Il lepilemure di Nosy Be o lepilemure di Hawk (Lepilemur tymerlachsoni Louis, 2006) è un lemure notturno endemico del Madagascar, considerato in pericolo criticio di estinzione.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Misura fino a 68 cm di lunghezza, pur rimanendo solitamente poco al di sopra del mezzo metro: di questi, fino a 27 cm spettano alla coda.[3]

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

Il pelo è uniformemente bruno-grigiastro, con sfumature rossastre nella parte superiore del dorso e biancastre nella parte ventrale. Sono presenti aree con leggere sfumature brune su spalle, zampe e coda. Sul dorso è presente una banda nera che dalla nuca si interrompe a livello del posteriore.

Gli occhi, grandi e rossastri, e il muso sono avvolti da una mascherina grigio-nerastra. Le orecchie sono molto piccole, attaccate lateralmente rispetto al cranio e leggermente ripiegate a "U" rovesciata nella parte terminale.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Lepilemur tymerlachsoni Lokobe 510.jpg

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Ha abitudini prevalentemente notturne. Trascorre le ore diurne all'interno di cavità nel tronco degli alberi.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di animali prettamente erbivori che si nutrono di foglie, frutti e cortecce.[1]

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

La femmina da alla luce un solo piccolo per volta, in genere tra agosto e novembre.[1]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie è endemica dell'isola di Nosy Be, dove popola le aree di foresta pluviale e decidua.[1]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Gli esemplari di questa specie erano in passato attribuiti alla congenere Lepilemur dorsalis, dalla quale sono stati segregati come specie a sè stante nel 2006, in base a caratteristiche genetiche.[2]

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Per la ristrettezza del suo areale e la progressiva distruzione del suo habitat a causa della deforestazione, la IUCN Red List classifica Lepilemur tymerlachsoni come specie in pericolo critico di estinzione (Critically Endangered).[1]

La specie è inserita nella Appendice I della Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione (CITES).[4]

Parte del suo areale ricade all'interno della Riserva naturale integrale di Lokobe.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g (EN) Hoffmann, M. 2008, Lepilemur tymerlachsoni, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2016.3, IUCN, 2016. URL consultato il 16 ottobre 2015.
  2. ^ a b (EN) Louis E. et al., Molecular and morphological analyses of the sportive lemurs (Family Megaladapidae: Genus Lepilemur) reveals 11 previously unrecognized species (PDF), in Texas Tech University Special Publications 2006; 49: 1-49.
  3. ^ (EN) Garbutt, Nick, Mammals of Madagascar, A Complete Guide, 2007, pp. 126–127, ISBN 0-300-12550-X.
  4. ^ (EN) Checklist of CITES Species, su CITES, UNEP-WCMC. URL consultato il 16 ottobre 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]