Nosy Be

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nosy Be
comune
Nosy Be – Stemma
Veduta aerea di Nosy Be
Veduta aerea di Nosy Be
Localizzazione
Stato Madagascar Madagascar
Provincia Antsiranana
Regione Diana
Distretto
Amministrazione
Amministratore locale Mr Jaovita
Territorio
Coordinate 13°20′S 48°15′E / 13.333333°S 48.25°E-13.333333; 48.25 (Nosy Be)Coordinate: 13°20′S 48°15′E / 13.333333°S 48.25°E-13.333333; 48.25 (Nosy Be)
Abitanti
Altre informazioni
Fuso orario UTC+3
Cartografia
Mappa di localizzazione: Madagascar
Nosy Be
Nosy Be

Nosy Be o Nossi-bé è un'isola poco al largo della costa nordoccidentale del Madagascar. Appartiene alla provincia di Antsiranana, e conta 60.000 abitanti.

In lingua malgascia, "nosy be" significa "grande isola". Storicamente, all'isola furono attribuiti diversi nomi nel corso dei secoli. All'inizio del periodo coloniale, nel XVII secolo, l'isola veniva chiamata Assada. Nomi malgasci alternativi sono Nosy Manitra ("isola profumata") o Antsirambazaha.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi abitanti di Nosy Be erano di etnia Sakalava; in seguito giunsero sull'isola piccoli gruppi di Antankarana, Zafinofotsy, abitanti delle Comore, indiani e Antandroy. Fu annessa al regno di Radama intorno al 1837.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Nosy Be è uno dei poli turistici principali del Madagascar. Altra risorsa importante è l'agricoltura: vi si coltivano, fra l'altro, caffè, cacao, vaniglia, cannella e ylang-ylang, da cui si estrae un'essenza usata nell'industria dei profumi (proprio da queste coltivazioni derivava il nome "isola profumata"). Fino a pochi anni fa, si coltivava anche canna da zucchero.

L'aeroporto Fascene di Nosy Be.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

L'isola è dotata di un aeroporto (Fascene - codice aeroportuale IATA: NOS).

La strada che parte dall'aeroporto passa per Andoany e Dzamandzar due dei centri abitati più importanti dell'isola. Il mezzo di trasporto più comune sull'isola sono le biciclette che si vedono in gran quantità. Le Renault, simbolo del passaggio francese, abbondano ed in particolare la mitica Renault 4. I taxi più comuni sono degli Apecar di colore giallo che si vedono muoversi agilmente. La compagnia di trasporti più famosa sull'isola è la RCM.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Nosy Be

Nosy Be è un'isola vulcanica, situata alla latitudine sud 13° 21' e longitudine est 40° 21', a circa 8 km dalla costa del Madagascar, nel canale di Mozambico. Ha un'area complessiva di 300 km² e il punto più alto, costituito dal monte Lokobe, è 450 m s.l.m. Il capoluogo dell'isola è la città di Andoany, nota nel periodo coloniale come Hell-Ville, dal nome dell'ammiraglio francese Anne Chrétien Louis de Hell.

È circondata da un arcipelago di altre isole minori fra cui Nosy Komba (celebre per i lemuri macaco), Nosy Sakatia, Nosy Tanikely, Nosy Mitsio, Nosy Raty, Nosy Fanihy, Nosy Faly, Nosy Mamoko e Nosy Iranja, nonché numerosi isolotti disabitati come Nosy Kivongy, Nosy Antsoha e Nosy Ankazoberavina[1].

Sull'isola di Nosy Be ci sono undici laghi vulcanici, che costituiscono un'importante risorsa d'acqua per la coltivazione e un ottimo habitat per i coccodrilli. Il paesaggio è molto vario e dominato da grandi colline e rilievi minori, come il già menzionato Lokobe e il monte Passot (350 m). La costa è frastagliata e ricca di insenature e piccole baie.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il clima di Nosy Be è ideale per il turismo. 27 gradi di media con percentuali molto basse di umidità. Il Massiccio di Tsaratanana protegge l'isola dai forti venti di nord est che colpiscono il Madagascar in agosto, e le acque del canale di Mozambico sono calde in tutte le stagioni dell'anno. In estate (dicembre, gennaio e febbraio e marzo) l'umidità è elevata a causa delle piogge notturne e del caldo del giorno; nello stesso periodo l'isola, soprattutto la costa orientale, può essere interessata dal passaggio di cicloni.

Ambiente[modifica | modifica wikitesto]

Femmina di lemure macaco con cucciolo - Riserva di Lokobe

L'isola ospita la Riserva naturale di Lokobe, una delle cinque riserve naturali integrali del Madagascar, che protegge quanto rimane della foresta pluviale tropicale che un tempo ricopriva interamente l'isola.

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Su Nosy Be sono presenti diverse specie di primati tra cui alcuni endemismi quali il lemure macaco (Eulemur macaco), il lepilemure di Nosy Be (Lepilemur tymerlachsoni) e il microcebo di Claire (Microcebus mamiratra).
Tra le specie dell'erpetofauna (7 differenti specie di anfibi e 34 specie di rettili) meritano una menzione uno dei camaleonti più piccoli del mondo (Brookesia minima) e la rana più piccola del mondo (Rhombophryne pygmaea)[2], gli endemici Heterixalus tricolor, Boophis brachychir, Boophis jaegeri e Platypelis milloti, ed infine l'Hoplobatrachus tigerinus, anfibio originario del subcontinente indiano.
Accertata inoltre la presenza sull'isola di 36 diverse specie di molluschi tra cui alcuni endemismi (Tropidophora felicis, Sitala brancsiki, Sitala filomarginata e Ampelita stumpffi).

Mangrovie[modifica | modifica wikitesto]

L'isola presenta oltre 945 ettari di mangrovie, costituite prevalentemente da popolazioni di Rhizophora mucronata, che ospitano comunità di crostacei, molluschi, echinodermi e cefalopodi, oltre a numerose specie di uccelli marini.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BirdLife International (2015), Important Bird Areas factsheet: Nosy Be and satellite islands, su http://www.birdlife.org. URL consultato il 19 ottobre 2015.
  2. ^ Flannery T. and Schouten P., Astonishing Animals: Extraordinary Creatures and the Fantastic Worlds They Inhabit, New York, Atlantic Monthly Press, 2004, pp. 126-127.
  3. ^ (FR) Ressources naturelles - Mangroves (PDF), in Plan communal de developpement commune urbaine Nosy Be, 2006, p. 23.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN138511251 · BNF: (FRcb11977988q (data)
Madagascar Portale Madagascar: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Madagascar