Largo LaGrande

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Largo LaGrande è uno dei personaggi principali del videogioco Monkey Island 2: LeChuck's Revenge. È il braccio destro di LeChuck rimasto fedele al suo capo anche dopo la sconfitta da parte di Guybrush Threepwood nel primo episodio.

Largo LaGrande sputa

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Largo è di corporatura minuta e non molto alto, ma è dotato di una grande forza fisica. Ha i capelli neri ed è vestito con il classico abbigliamento da pirata. Guybrush fa il suo incontro su Scabb Island, sulla quale Largo comanda indisturbato grazie alla sua conoscenza con LeChuck.
Grazie al suo potere aveva imposto una tassa sul pedaggio del ponte, vietato alle navi di lasciare l'isola e vietato di scavare sull'isola. Inoltre pretendeva di essere servito gratis in ogni negozio dell'isola ed era solito chiedere il pizzo ai gestori. Viveva nell'unica stanza dell'unico albergo dell'isola e minacciava di morte chiunque vi entrasse. La sua famiglia era originaria di quell'isola, infatti anche suo nonno è sepolto sull'isola stessa.

Incontro con Guybrush Threepwood[modifica | modifica wikitesto]

Questa iniziale "armonia" sull'isola fu sconvolta dall'arrivo di Guybrush Threepwood. Inizialmente, Largo ebbe il sopravvento su Threepwood, privandolo di tutti i suoi tesori, come pedaggio del ponte. Egli era un ostacolo per Threepwood, il quale voleva andarsene da quell'isola per trovare Big Whoop. Grazie all'aiuto di Voodoo Lady il giovane pirata riuscì a creare una bambola voodoo con il suo parrucchino, un suo indumento, l'osso di suo nonno ed il suo sputo. Guybrush colse Largo di sorpresa e con gli spilli infilzò la bambola costringendolo a ridargli il denaro (che disse di averlo tutto speso) e ad andarsene da lì. Dopodiché, mostrò a Largo la barba vivente di LeChuck, il quale la prese, sostenendo che con quella barba avrebbe riportato in vita il pirata non morto.

Il ritorno del capitano LeChuck[modifica | modifica wikitesto]

Largo, andato alla fortezza di LeChuck, consegnò la barba ad uno stregone voodoo, il quale riportò in vita il capitano, sotto forma di zombie. Quando Threepwood raccolse tutti i pezzi della mappa e li consegnò al cartografo Wally B. Feed, LeChuck e Largo tornarono su Scabb Island e lo rapirono, quando Threepwood si allontanò per andare da Lady Voodoo. Rapendolo attirarono Guybrush in una trappola che lo portò alla fortezza di LeChuck per liberare il cartografo. Quando alla fine di un labirinto Threepwood trovò la chiave della cella, venne intrappolato. Guybrush e Wally furono incatenati su una pozza piena di acido. I due man man che passava il tempo si avvicinavano all'acido. Guybrush, con un abile sputo, riuscì a spegnere l'unica candela che permetteva a Largo e LeChuck di vedere. Dopodiché lui e Wally si liberarono, e arrivarono alla buia armeria del forte. Qui "fortunatamente" Guybrush fece luce con un fiammifero. Scottandosi con il fiammifero lo fece cadere e distrusse la fortezza.

Il destino di Largo[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco non rivela che fine fece Largo. L'ipotesi più probabile è che sia morto nell'esplosione o che LeChuck lo abbia ucciso per vendicarsi della sua incapacità. Secondo alcuni fans della saga, invece, Largo andò a vivere in Australia per fare il pescivendolo o venne rieducato dagli istituti di Ozzie Mandrill. Si scopre invece in Last Tales of Monkey Island, un progetto no-profit che si occupa di redigere il racconto di un possibile sesto capitolo conclusivo della serie, che Largo è ancora vivo e vegeto e aiuta Le Chuck a tornare in vita come ricordo estraendolo dalla mente di Guybrush a Chronos Grave, un ingigantimento della palude del tempo di Lucre Island che ha sommerso tutta l'isola.