La donnaccia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La donnaccia
La donnacciamulo.jpg
L'arrivo di Mariarosa a Cairano
Titolo originale La donnaccia
L'allumeuse
Paese di produzione Italia, Francia
Anno 1965
Durata 92 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Silvio Siano
Soggetto Camillo Marino, Pasquale Stiso, Silvio Siano
Sceneggiatura Silvio Siano, Sabatino Ciuffini
Produttore Artemide Cinematografica
Fotografia Domenico Paolercio
Montaggio Piera Bruni
Musiche Franco Langella
Scenografia Pier Vittorio Marchi
Trucco Franco Titi
Interpreti e personaggi

La donnaccia - L'allumeuse per l'edizione destinata al mercato francese - è un film del 1965 diretto da Silvio Siano.

Esperimento di cinema neorealista, il film venne girato nel 1963 a Cairano, un piccolo e caratteristico paese dell'alta Irpinia, con numerosi abitanti del luogo che all'epoca vennero coinvolti come comparse o in piccoli ruoli a interpretare se stessi, in puro stile neorealista.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mariarosa Apicella, una bella prostituta, interpretata dalla sensuale Dominique Boschero, viene rimpatriata con il foglio di via al suo paese d'origine in Meridione.

Qui Mariarosa suscita subito molto scalpore, perché i contadini iniziano a frequentarla fino a quando uno di loro, tra la disapprovazione generale dei suoi compaesani, decide di sposarla.

Sullo sfondo il dramma dell'emigrazione, il mito americano e la superstizione con l'episodio dell'indemoniata da esorcizzare.

Restauro[modifica | modifica wikitesto]

A lungo smarrita, la pellicola è stata fortunosamente recuperata pochi anni fa dall'archivio di un collezionista e completamente restaurata.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Speranza: "Un'avventura neorealista. Il film La donnaccia a Cairano", Mephite, 2003

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema