La donnaccia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La donnaccia
La donnacciamulo.jpg
L'arrivo di Mariarosa a Cairano
Titolo originaleLa donnaccia
L'allumeuse
Paese di produzioneItalia, Francia
Anno1965
Durata92 min
Dati tecniciB/N
Generedrammatico
RegiaSilvio Siano
SoggettoCamillo Marino, Pasquale Stiso, Silvio Siano
SceneggiaturaSilvio Siano, Sabatino Ciuffini
ProduttoreArtemide Cinematografica
FotografiaDomenico Paolercio
MontaggioPiera Bruni
MusicheFranco Langella
ScenografiaPier Vittorio Marchi
TruccoFranco Titi
Interpreti e personaggi

La donnaccia - L'allumeuse per l'edizione destinata al mercato francese - è un film del 1965 diretto da Silvio Siano.

Esperimento di cinema neorealista, il film venne girato nel 1963 a Cairano, un piccolo e caratteristico paese dell'alta Irpinia, con numerosi abitanti del luogo che all'epoca vennero coinvolti come comparse o in piccoli ruoli a interpretare se stessi, in puro stile neorealista.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mariarosa Apicella, una bella prostituta, interpretata dalla sensuale Dominique Boschero, viene rimpatriata con il foglio di via al suo paese d'origine in Meridione.

Qui Mariarosa suscita subito molto scalpore, perché i contadini iniziano a frequentarla fino a quando uno di loro, tra la disapprovazione generale dei suoi compaesani, decide di sposarla.

Sullo sfondo il dramma dell'emigrazione, il mito americano e la superstizione con l'episodio dell'indemoniata da esorcizzare.

Restauro[modifica | modifica wikitesto]

A lungo smarrita, la pellicola è stata fortunosamente recuperata pochi anni fa dall'archivio di un collezionista e completamente restaurata.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Speranza: "Un'avventura neorealista. Il film La donnaccia a Cairano", Mephite, 2003

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema