Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Falco il superbolide

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Ken Falco)
Jump to navigation Jump to search

« Il suo nome è Ken, Ken Falco, non lo batteranno mai,
quello che fa Ken, Ken Falco, tu da grande lo farai... »

(Sigla italiana d'apertura)
Falco il superbolide
マシンハヤブサ
(Machine Hayabusa)
Generespokon
Serie TV anime
AutoreMikiya Mochizuki
RegiaYugo Serikawa regia generale, Hidenori Yamaguchi, Shinji Okuda
SceneggiaturaMasaki Tsuji, Shun'ichi Yukimuro
Char. designTakao Kozai
Mecha designTadanao Tsuji
Dir. artisticaHideji Ito
MusicheHiroshi Tsutsui
StudioToei Animation, Dynamic Planning
1ª TV2 aprile – 17 settembre 1976
Episodi21 (completa)
Durata ep.23 min

Falco il superbolide (マシンハヤブサ, Machine Hayabusa?) è una serie televisiva anime, di genere spokon, composta da 21 episodi prodotti dalla Toei Animation nel 1976, ideata da Mikiya Mochizuki e diretta da Yugo Serikawa. In Italia è stata trasmessa da alcune reti private locali alla fine degli anni settanta.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ken Hayabusa è un pilota da corsa, figlio dell'Ingegner Hayabusa, progettista della macchina da corsa Hayabusa Special e dei suoi motori intercambiabili. Ken corre per la scuderia Sayongi a bordo della macchina costruita dal padre e partecipa a corse miste tra il rally e l'endurance. I suoi più accaniti rivali sono gli appartenenti alla scuderia Black Shadow ("ombra nera") e soprattutto il suo proprietario e "patron", il misterioso Ayab Mobil Dick: durante lo svolgimento delle gare i piloti della Black Shadow tentano con tutti i mezzi che hanno a disposizione, uno più scorretto dell'altro, di eliminare Ken e i suoi compagni di scuderia. Alla fine Ken riuscirà a battere definitivamente sia Ayab che la Black Shadow per risultare così il vincitore assoluto.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Scuderia Sayonji[modifica | modifica wikitesto]

  • Sayonji, il proprietario della scuderia per cui corre Ken. Coi baffi, capelli lunghi e occhiali da sole, ha un aspetto più somigliante a quello d'un musicista rock
  • Ken Hayabusa, 18 anni, pilota della macchina numero 1. Il suo cognome, Hayabusa, in giapponese significa falco pellegrino, il volatile fra tutti più veloce; il padre è morto accidentalmente durante lo sviluppo del motore V3, mentre il fratello è a sua volta morto in n incidente provocato da Ayab durante una gara.
  • Mutsu, 17 anni. Pilota della macchina numero 2; quella di colore blu.
  • Gatetsu, 20 anni. Pilota della macchina numero 3; è quella col telaio più robusto, che non teme neanche eventuali frane che gli possan cader addosso e sul cofano anteriore ha un becco che può spezzar le rocce. Il suo nome significa "uccello acquatico": quando non corre spesso indossa un kimono, ha un padre esperto nelle arti marziali.
  • Kamikaze, 17 anni. Pilota della macchina numero 4; quella di colore verde. La sua è l'unica vettura che può librarsi in aria per un breve periodo di tempo: ha giurato alla madre di diventare campione, perciò non tornerà a casa fino a quando non ci sarà riuscito.
  • Yamato, ex-pilota di caccia, è il più anziano del gruppo, di solito responsabile della manutenzione meccanica delle auto. Pilota della macchina numero 5; quella di colore arancione e dal design più realistico. Possiede tuttavia un trapano ospitato all'interno del cofano anteriore che gli consente di scavar nel sottosuolo.
  • Sakura, 16 anni. L'unica donna del gruppo e sorella minore di Sayongi. Guiderà da un certo punto in poi un ibrido auto-aeroplano ausiliario che effettua rifornimenti aerei di carburante.

Scuderia Black Shadow[modifica | modifica wikitesto]

  • Ayab, nome completo Ayab Mobil Dick, fondatore e padrone della scuderia, la sua maschera di ferro nasconde il famigerato pilota Benny Kramer, squalificato a vita a suo tempo per essere stato responsabile della morte di 13 piloti, tra cui il fratello di Ken;
  • Il Barone Nero/Baron, braccio destro e consigliere di Ayab; il secondo in destrezza e bravura nella guida dopo Ayab.
  • Jack la Spada,
  • Ryu, unico pilota in grado di battere Ken;
  • Romy, pilota donna che, dopo essersi pentita di far parte della Black Shadow, si fa uccidere pur di salvare Ken dall'ennesimo trabocchetto preparato dal Barone Nero.

Automobili[modifica | modifica wikitesto]

Hayabusa Special[modifica | modifica wikitesto]

È l'auto da corsa guidata da Ken e progettata da suo padre, ingegnere e pilota. Oltre ad avere un'accentuata linea avveniristica che ricorda quasi un aereo, con un'aerodinamica esasperata e la particolarità di avere la cabina di pilotaggio separata dalla zona motori (con un buco al centro), ha la possibilità di avere motori intercambiabili:

  • V-1: dispositivo frenante a reazione;
  • V-2: offre la possibilità di volare;
  • V-3: il motore più potente mai costruito e che nessuno, eccetto Ken, è mai riuscito a collaudare;
  • V-4: dotato di un dispositivo di frenata in grado di affrontare le curve più difficili a velocità elevatissime;
  • V-5: l'unione del V-3 e del V-4;

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione italiana del doppiaggio è a cura della Cooperativa Sincrovox.

Personaggio Doppiatore giapponese Doppiatore italiano
Ken Kazuyuki Sogabe Tony Fusaro
Sayonji Mauro Bosco
Sakura Rihoko Yoshida Annarosa Garatti
Ayab Mobil Dick Hiroshi Ohtake Emilio Marchesini
Baron Vittorio Di Prima
Gatetsu Aldo Barberito
Kamikaze Keiko Yamamoto Annarosa Garatti
Yamato Sergio Gibello (1a voce)
Romy Sonia Scotti
Ryu Norio Wakamoto Tonino Accolla
Telecronista Rino Bolognesi (ep. 1)
Jack la spada Dario De Grassi (ep. 1)

Sigle[modifica | modifica wikitesto]

Sigla di apertura originale
Sigla di chiusura originale
  • Grand Prix interpretata da Ichiro Mizuki
Sigla italiana

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giapponese
1Arriva il Campione
「走れ!栄光のマシン」 - Hashire! eikō no mashin
2 aprile 1976
2Corsa sulle Alpi
「アルプス大爆走」 - Arupusu dai bakusō
9 aprile 1976
3Corsa nelle grotte
「恐怖!地獄の鍾乳洞レース」 - Kyōfu! jigoku no shōnyūdō reesu
23 aprile 1976
4Il segreto del diabolico Ayab
「魔王エイハブの謎」 - Maō eihabu no nazo
30 aprile 1976
5Il circuito della città fantasma
「ゴーストタウン爆破サーキット」 - Gōsuto taun bakuha sakitto
7 maggio 1976
6Black Shadow
「必殺!ブラックインパルス」 - Hissatsu! burakku inparusu
14 maggio 1976
7Il diamante nero
「カリブ海黒ダイヤサーキット」 - Karibu kai kuro daiyasaakitto
21 maggio 1976
8Attenzione, Sakura!
「さくら号発進せよ!」 - Sakura gō hasshin seyo!
28 maggio 1976
9La pista Africana
「魔のアフリカロードレース」 - Ma no afurika rōdoreesu
4 giugno 1976
10La gara di Tortica
「トルテカの迷宮レース」 - Toruteka no meikyū reesu
18 giugno 1976
11La creazione della V-3
「エンジンV3誕生!」 - Enjin v 3 tanjō!
25 giugno 1976
12Vittoria all'ultimo metro
「宿命のライバル流れ星の竜」 - Shukumei no raibaru nagareboshi no ryū
2 luglio 1976
13Guida su due ruote
「片輪走行で突っ走れ!」 - Hen wa sōkō de tsuppashire!
9 luglio 1976
14Uno stile di guida
「レースの道は剣の道」 - Reesu no michi wa ken no michi
16 luglio 1976
15Amore sulle piste
「愛はサーキットの彼方に」 - Ai wa saakitto no kanata ni
30 luglio 1976
16La corsa del safari
「野望の大草原猛獣レース」 - Yabō no dai sōgen mōjū reesu
6 agosto 1976
17Il mistero di XI
「謎の試走車X1号」 - Ma no shisō sha x1 gō
13 agosto 1976
18Il motore V-4
「友よ聴け!エンジンV4」 - Tomo yo kike! enjin v4
20 agosto 1976
19Attacco a super Falco
「SOS!ハヤブサ視界ゼロ」 - Sos! hayabusa shikai zero
3 settembre 1976
20Shock sul circuito
「走れカミカゼ!友情のゴール」 - Hashire kamikaze! yūjō no gōru
10 settembre 1976
21La bandiera della vittoria
「走れハヤブサ!勝利のチェッカーフラッグ」 - Hashire hayabusa! shōri no chekkaafuraggu
17 settembre 1976

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ken Falco, Tana delle sigle. URL consultato il 27-07-2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga