Karl Bruckner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Firma autografa di Karl Bruckner

Karl Bruckner (Vienna, 9 gennaio 1906Vienna, 25 ottobre 1982) è stato uno scrittore austriaco.

Impegnato per la pace, il dialogo internazionale e la giustizia sociale, concentrò la sua produzione nella narrativa per ragazzi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un tipografo, Bruckner crebbe nel sobborgo popolare viennese di Ottakring e divenne un meccanico. In seguito emigrò in Brasile, dove rimase fino allo scoppio della Seconda guerra mondiale. Iniziò a scrivere nel 1946. Ha viaggiato in tutto il mondo. Il suo romanzo più noto, Il gran sole di Hiroscima, ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Das wunderbare Leben. Ein Zukunftsroman aus dem Jahre 2443, 1948
  • Der Diamant des Tobias Amberger, 1948
  • Die Spatzenelf, 1949
  • Pablo, der Indio, 1949
  • Die große Elf, 1951
  • Die Wildspur, 1951
  • Mein Bruder Ahual, 1952
  • Der Häuptling und seine Freunde, 1952
  • Olympiade der Lausbuben, 1952
  • Giovanna della palude (Giovanna und der Sumpf, 1953); Milano, Mursia, 1969
  • Die Trommel des Kannibalen, 1954
  • Scarley wird gefährlich, 1954
  • Scarley auf der Robinsoninsel, 1955
  • Gli scugnizzi (Die Strolche von Neapel, 1955); traduzione di Eugenia Martinez; [illustrazioni di Emanuela Wallenta, tavole a colori di Maria Grazia Raffaelli], Torino, G. B. Paravia, 1967
  • Der Weltmeister, 1956
  • Il faraone d'oro (Der goldene Pharao, 1957); Novara, De Agostini Scuola, 1998, ISBN 978-88-415-5504-0.
  • La vittoria dei tempi nuovi (Lale, die Türkin, 1958); Brescia, La Scuola, 1968
  • Viva Mexico (Viva Mexiko, 1959); Milano, La Sorgente, 1967
  • Ein Auto und kein Geld, 1960
  • Giovanna, 1960
  • Il gran sole di Hiroshima (Sadako will leben, 1961); Firenze, Giunti, 2000, ISBN 978-88-09-01503-6.
  • Uomini e robot (Nur zwei Roboter?, 1963); traduzione di M. Ciarpaglini, L'Alfiere 32, Editrice La Scuola, 1963
  • In diesen Jahren. Wien 1945-1965, 1965
  • Der Zauberring, 1966
  • Uomo senz'armi (Mann ohne Waffen, 1967); traduzione di Eugenia Martinez, Brescia, La Scuola, 1972
  • Insieme piantiamo l'ulivo (Yossi und Assad, 1971)
  • Der Sieger, 1973
  • Sadako will leben (Neuauflage), 2004
  • Terra calda (Heisse Erde); Brescia, La scuola, 1968

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 97705708 · LCCN: n2001029288