John Christopher

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

John Christopher, pseudonimo di Sam Youd (Huyton, 12 febbraio 1922Bath, 3 febbraio 2012), è stato uno scrittore e autore di fantascienza inglese. Oltre che come Samuel Youd e Christopher Youd, ha scritto anche sotto gli pseudonimi di Stanley Winchester, Hilary Ford, William Godfrey, Peter Graaf, Peter Nichols e Anthony Rye. È conosciuto soprattutto per la trilogia de I tripodi e per quella di Sword of the Spirits che sono dedicate ai ragazzi, e per i suoi romanzi di fantascienza apocalittica e post apocalittica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sam Youd[1] nacque nel Lancashire e frequentò la Peter Symonds' School a Winchester (ora Peter Symonds College). Prestò servizio presso i Royal Corps of Signals tra il 1941 e il 1946. Una borsa di studio della Rockefeller Foundation gli rese possibile perseguire la sua carriera di scrittore, iniziando con il romanzo The Winter Swan del 1949 e raggiungendo la popolarità negli anni cinquanta e sessanta grazie a diverse opere interessanti, la migliore delle quali probabilmente è Morte dell'erba (1956).

Nel 1966 cominciò a scrivere fantascienza per adolescenti rinnovando il suo successo[1].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Tranne dove diversamente specificato, tutte le opere elencate sono romanzi e romanzi brevi pubblicati in volume.

Come John Christopher[modifica | modifica wikitesto]

Come Christopher Youd[modifica | modifica wikitesto]

  • The Winter Swan (1949)

Come Samuel Youd[modifica | modifica wikitesto]

  • Babel Itself (1951)
  • Brave Conquerors (1952)
  • Crown and Anchor (1953)
  • A Palace of Strangers (1954)
  • Holly Ash (titolo USA The Opportunist, 1955)
  • Giant's Arrow (1956); come Anthony Rye nel Regno Unito, Samuel Youd negli USA
  • The Choice (titolo Gran Bretagna The Burning Bird, 1961)
  • Messages of Love (1961)
  • The Summers at Accorn (1963)

Come William Godfrey[modifica | modifica wikitesto]

  • Malleson at Melbourne (1956), un romanzo sul cricket, primo volume di una trilogia rimasta incompleta
  • The Friendly Game (1957) - secondo volume della trilogia

Come Peter Graaf[modifica | modifica wikitesto]

  • Dust and the Curious Boy (1957); titolo USA: Give the Devil His Due - volume 1 nella serie di Joe Dust
  • Daughter Fair (1958) - volume 2 nella serie di Joe Dust
  • The Sapphire Conference (1959) - volume 3 nella serie di Joe Dust
  • The Gull's Kiss (1962)

Come Hilary Ford[modifica | modifica wikitesto]

  • Felix Walking (1958)
  • Felix Running (1959)
  • Bella on the Roof (1965)
  • A Figure in Grey (1973)
  • Sarnia (1974)
  • Castle Malindine (1975)
  • A Bride for Bedivere (1976)

Come Peter Nichols[modifica | modifica wikitesto]

  • Patchwork of Death (1965)

Come Stanley Winchester[modifica | modifica wikitesto]

  • The Practice (1968)
  • Men With Knives (1968); titolo USA: A Man With a Knife
  • The Helpers (1970)
  • Ten Per Cent of Your Life (1973)

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

La prima storia pubblicata di Youd fu Dreamer, sulla rivista Weird Tales del marzo 1941, come C.S. Youd. Ha pubblicato racconti nelle riviste Astounding Science Fiction, Science Fantasy, Worlds Beyond Science-Fantasy Fiction, New Worlds, Galaxy Science Fiction, SF Digest, Future Science Fiction, Space SF Digest, Thrilling Wonder Stories, Authentic Science Fiction, Space Science Fiction, Nebula Science Fiction, Fantastic Universe, Saturn Science Fiction, Orbit Science Fiction, Fantastic Story Magazine, If: Worlds of Science Fiction, Worlds of Science Fiction (GB), Argosy (GB), The Magazine of Fantasy and Science Fiction, Beyond Infinity.

In italiano alcuni suoi racconti sono stati pubblicati sulla collana Urania di Mondadori e su Nova SF* di Perseo Libri.

Antologie[modifica | modifica wikitesto]

  • The Best SF Stories, terza serie, Grayson & Grayson (1953)
  • Avon Science fiction and Fantasy Reader #1 (1953)
  • The Twenty-Second Century, Grayson & Grayson (1954)
  • Gateway To Tomorrow, a cura di John Carnell, Panther Books (1963)
  • Avon Science Fiction and Fantasy Reader No. 2
  • The Best Science Fiction Stories Third Series, a cura di Everett F. Bleiler e T. E. Dikty
  • The Tenth Pan Book of Horror Stories, a cura di Herbert Van Thal (1969)
  • Young Winter’s Tales No. 2, a cura di M. R. Hodgkin, Londra, Macmillan Publishers (1971)
  • In Time to Come, Topliner (1973)
  • The Best of British SF 1, Orbit Books (1977)
  • The Random House Book of Science Fiction Stories, Random House, (1997). ISBN 0-679-88527-7
  • The Young Oxford Book of Nasty Endings (1997), a cura di Dennis Pepper, Oxford University Press, ISBN 0-19-278151-0

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) John Clute, David Langford e Peter Nicholls (a cura di), John Christopher in The Encyclopedia of Science Fiction, III edizione online, 2011-2015.
  2. ^ "John Christopher – Summary Bibliography". ISFDB. Ultimo accesso 2 agosto 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN66465191 · LCCN: (ENn50039796 · ISNI: (EN0000 0001 0910 1471 · GND: (DE10514004X · BNF: (FRcb11896846h (data) · NLA: (EN36057081