Johanngeorgenstadt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Johanngeorgenstadt
città
Johanngeorgenstadt – Stemma
Johanngeorgenstadt – Veduta
Localizzazione
Stato Germania Germania
Land Flag of Saxony.svg Sassonia
Distretto Chemnitz
Circondario Erzgebirgskreis
Territorio
Coordinate 50°26′N 12°43′E / 50.433333°N 12.716667°E50.433333; 12.716667 (Johanngeorgenstadt)Coordinate: 50°26′N 12°43′E / 50.433333°N 12.716667°E50.433333; 12.716667 (Johanngeorgenstadt)
Altitudine 780 m s.l.m.
Superficie 29,59 km²
Abitanti 5 073 (2007)
Densità 171,44 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 08349
Prefisso 03773
Fuso orario UTC+1
Codice Destatis 14 5 21 320
Targa ERZ
Cartografia
Mappa di localizzazione: Germania
Johanngeorgenstadt
Johanngeorgenstadt
Localizzazione della città di Johanngeorgenstadt nell'Erzgebirgskreis
Localizzazione della città di Johanngeorgenstadt nell'Erzgebirgskreis
Sito istituzionale

Johanngeorgenstadt è una città di 5.073 abitanti del libero stato della Sassonia, Germania, nel circondario Erzgebirgskreis.

Si trova a circa 800 metri di altitudine nella zona dei Monti Metalliferi, a ridosso del confine con la Repubblica Ceca.

È chiamata "Stadt des Schwibbogens“ (la città degli Schwibbogen) perché qui hanno avuto origine queste decorazioni natalizie.[senza fonte]

La città è stata sede per molto tempo sede di un'importante attività estrattiva. Nel 1680 c'erano un centinaio di miniere di argento e stagno. L'estrazione raggiunse un picco nel 1715, per poi diminuire in seguito.

Nel 1789 Martin Heinrich Klaproth, analizzando in un laboratorio di Berlino dei minerali provenienti dalla miniera Georg Wagsfort di Johanngeorgenstadt, annunciò la scoperta dell'uranio.

Il 19 agosto 1867 un devastante incendio distrusse 287 delle 355 case della città, causando la morte di sette adulti e cinque bambini.

Durante la seconda guerra mondiale la città fu sede di un campo di concentramento per prigioneri di guerra. Dopo l'occupazione della zona da parte dell'Unione Sovietica le miniere furono gestite dalla società "SAG-SDAG Wismut", controllata dalla Germania Est e dall'Unione Sovietica, e vi furono estratte 230.400 ton di uranio tra il 1947 e il 1990.

La popolazione della città è diminuita da 45.000 abitanti nel 1953 a circa un decimo oggi.

Cartello che ricorda la scoperta dell'uranio.

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Wappen Erzgebirgskreis.svg Città e comuni dell'Erzgebirgskreis Stemma della Sassonia

Città:   Annaberg-Buchholz · Aue · Ehrenfriedersdorf · Eibenstock · Elterlein · Geyer · Grünhain-Beierfeld · Johanngeorgenstadt · Jöhstadt · Lauter-Bernsbach · Lößnitz · Lugau/Erzgeb. · Marienberg · Oberwiesenthal · Oelsnitz/Erzgeb. · Olbernhau · Pockau-Lengefeld · Scheibenberg · Schlettau · Schneeberg · Schwarzenberg/Erzgeb. · Stollberg/Erzgeb. · Thalheim/Erzgeb. · Thum · Wolkenstein · Zöblitz · Zwönitz · Zschopau
Comuni:   Amtsberg · Auerbach · Bad Schlema · Bärenstein · Bockau · Borstendorf · Börnichen/Erzgeb. · Breitenbrunn/Erzgeb. · Burkhardtsdorf · Crottendorf · Deutschneudorf · Drebach · Erlbach-Kirchberg · Gelenau/Erzgeb. · Gornau/Erzgeb. · Gornsdorf · Großolbersdorf · Großrückerswalde · Grünhainichen · Heidersdorf · Hohndorf · Hormersdorf · Jahnsdorf/Erzgeb. · Königswalde · Mildenau · Neukirchen/Erzgebirgskreis · Niederdorf · Niederwürschnitz · Pfaffroda · Pobershau · Raschau-Markersbach · Schönheide · Sehmatal · Seiffen/Erzgeb. · Sosa · Stützengrün · Tannenberg · Thermalbad Wiesenbad · Zschorlau

Controllo di autorità VIAF: (EN136714277 · GND: (DE4028702-6