Johannes Baptiste Franzelin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Johannes Baptiste Franzelin, S.J.
cardinale di Santa Romana Chiesa
Template-Cardinal (not a bishop).svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato15 aprile 1816, Aldino
Ordinato presbitero23 dicembre 1849
Creato cardinale3 aprile 1876 da papa Pio IX
Deceduto11 dicembre 1886, Roma
 

Johannes Baptiste Franzelin (Aldino, 15 aprile 1816Roma, 11 dicembre 1886) è stato un cardinale austriaco. Di umili origini, era figlio di Pellegrino Franzelin e di Anna Wieser.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver frequentato il ginnasio francescano a Bolzano, nel 1834 entrò nella Compagnia di Gesù e compì il suo noviziato nella città austriaca di Graz.

Compì gli studi superiori in alcune scuole religiose austriache per poi giungere a Roma, studiare nel Collegium Romanum ed infine alla Pontificia Università Gregoriana, che però dovette lasciare a seguito dei moti del 1848.

Nel 1849 fu ordinato sacerdote. Fu professore di teologia dogmatica, lingua aramaica, lingua siriaca e lingua caldea a Roma. Fu teologo pontificio per il Concilio Vaticano I. Pubblicò numerosi testi di teologia altamente apprezzati.

Papa Pio IX lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 3 aprile 1876 e gli assegnò il titolo dei Santi Bonifacio e Alessio.

Partecipò al conclave del 1878 che elesse papa Leone XIII.

Fu prefetto della Congregazione per le Indulgenze e le Sacre Reliquie dal marzo 1885.

Non ricevette mai la consacrazione episcopale.

Alla sua morte la salma venne inumata nella cappella dell'Ordine nel Cimitero del Verano.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN32005139 · ISNI (EN0000 0000 6299 1488 · LCCN (ENn81071264 · GND (DE118692992 · BNF (FRcb119854611 (data) · CERL cnp00585263