Jo Jorgensen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jo Jorgensen
Jo Jorgensen portrait 3.jpg

Dati generali
Partito politico Libertario
Titolo di studio baccellierato in scienze, Master in Business Administration e dottorato di ricerca
Università Baylor University, Southern Methodist University, Clemson University, Grayslake Central High School, baccellierato in scienze, Master in Business Administration e dottorato di ricerca
Firma Firma di Jo Jorgensen

Jo Jorgensen (Libertyville, 1º maggio 1957) è una politica statunitense.

Nelle elezioni generali del 2020 è stata la candidata del Partito Libertario alla presidenza degli Stati Uniti, ottenendo 1,8 milioni di voti pari all'1,2% del totale. In precedenza era stata candidata alla vicepresidenza, in ticket con Harry Browne, alle elezioni del 1996.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce il 1º maggio del 1957 a Libertyville in Illinois da una famiglia di origini danesi. Si laurea in psicologia alla Baylor University nel 1979 e poi consegue una laurea magistrale in amministrazione aziendale alla Southern Methodist University.[1] Ha poi lavorato in IBM ed è poi stata presidente di Digitech.

Nel 1992 si è candidata per la prima volta alla Camera dei Rappresentanti nel quarto distretto della Carolina del Sud ottenendo il 2,2% dei voti.[2] Nel 1996 si è candidata alla vicepresidenza degli Stati Uniti in ticket con il candidato presidente del Partito Libertario Harry Browne, che riceve 485.759 voti pari allo 0,5% del totale.[3]

Nel 2002 ha conseguito un dottorato in psicologia del lavoro e delle organizzazioni alla Clemson University dove poi ha lavorato come docente dal 2006.[4] Il 23 maggio 2020 il Partito Libertario la nomina candidata alla presidenza, rendendola la prima candidata donna nella storia del partito.[5] Riceve circa 1,8 milioni di voti pari all'1,2% del totale nelle elezioni vinte da Joe Biden.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Susnjara, Bob, Woman who grew up in Grayslake is Libertarian Party's presidential pick, in Daily Herald, 25 maggio 2020. URL consultato il 25 maggio 2020.
  2. ^ Annual Report: 1992–1993 (PDF), su South Carolina Election Commission, p. 82. URL consultato l'11 ottobre 2020.
  3. ^ David S. Broder, Seeking Political Breakthrough, Libertarians Pick Harry Browne, in Washington Post, 7 luglio 1996. URL consultato il 13 aprile 2020.
  4. ^ About Jo Jorgensen Campaign, su jo20.com. URL consultato il Aug 14, 2020.
  5. ^ (EN) Brian Doherty, Jo Jorgensen Wins Libertarian Party Presidential Nomination, su Reason.com, 23 maggio 2020. URL consultato il 24 maggio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]