Jarava ichu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Jarava ichu
Pajonal con la Laguna Verde al fondo (Potosí - Bolivia).jpg
Jarava ichu
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Sottoclasse Commelinidae
Ordine Cyperales
Famiglia Poaceae
Sottofamiglia Pooideae
Tribù Stipeae
Genere Jarava
Specie J. ichu
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Commelinidi
Ordine Poales
Famiglia Poaceae
Nomenclatura binomiale
Jarava ichu
Ruiz & Pav., 1798
Sinonimi

Stipa ichu (Ruiz & Pav.) Kunth

Jarava ichu Ruiz & Pav. è una pianta erbacea della famiglia delle Poaceae, originaria delle Americhe, dove cresce tra il Messico e l'Argentina. È comunemente chiamata ichu, paja brava o paja ichu.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Jarava ichu è una pianta erbacea perenne cespitosa, con culmi alti da 35 a 130 cm; la guaina fogliare è glabra, ma presenta sul collare peli bianchi di circa 1 mm di lunghezza. La ligula è di tipo membranoso e misura circa 2 mm. La lamina fogliare, lunga dai 30 ai 60 cm e larga non più di 4 mm, si presenta con i lembi piegati verso l'alto ed è ruvida o pubescente nella sua pagina superiore.[1]

Le infiorescenze sono raccolte in pannocchie bianche o grigiastre lunghe da 15 a 40 cm che presentano un nodo basale pubescente, con peli di colore bianco o marrone chiaro della lunghezza di circa 1 mm; le glume sono di colore giallastro o purpureo, lunghe tra i 6 e i 10 mm e larghe meno di 1 mm. I lemmi, di colore marrone chiaro, hanno forma di un fuso lungo fino a 3,5 mm; al loro apice sono presenti peli bianchi lunghi da 3 a 4 mm.[1]

Habitat e distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La specie è nativa di Messico, Costa Rica, Venezuela, Colombia, Ecuador, Perù, Bolivia e Argentina;[2] in queste zone vive a medie ed alte quote montane, nelle radure boschive o nelle praterie d'alta quota, in luoghi battuti dal vento o in zone particolarmente secche ed aride. Nei luoghi aperti ed esposti agli agenti atmosferici tende a divenire la comunità dominante.[3]

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Jarava ichu è usata dalle popolazioni andine come foraggio per lama e pecore;[4] gli steli, intrecciati, sono usati nella fabbricazione di stuoie e cesti. La specie è considerata un buon rimedio per il consolidamento del suolo e la prevenzione dei fenomeni di erosione.[2]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La specie è stata descritta per la prima volta nel 1798 da Hipólito Ruiz López e José Antonio Pavón in Flora peruviana et chilensis.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Rzedowski e Rzedowski, p. 1105
  2. ^ a b Flora of North America, p. 179
  3. ^ Valdés e Barkworth, pp. 10-11
  4. ^ Gade, p. 143
  5. ^ (EN) Jarava ichu Ruiz & Pav., Tropicos. URL consultato il 7 giugno 2015.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Flora of North America Editorial Committee, Flora of North America: Magnoliophyta: Commelinidae (in part): Poaceae, part 1, Oxford University Press, 1993, ISBN 9780195310719.
  • (ES) D. W. Gade, Plants, Man and the Land in the Vilcanota Valley of Peru, Springer Science & Business Media, 2012, ISBN 9789401019613.
  • (ES) Graciela Calderón de Rzedowski e Jerzy Rzedowski, Flora Fanerogámica del Valle de Mexico, Instituto de Ecología, A.C, 2001, ISBN 978-607-7607-36-6.
  • (ES) Jesús Valdés Reyna e Mary E. Barkworth, Poaceae II – Pooideae: Tribu Stipae, vol. 127, Instituto de Ecología, A. C. Xalapa, Veracruz – California University, Riverside, 2002.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]