Jacopo Comin (regista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jacopo Comin (Padova, 5 aprile 190122 maggio 1972) è stato un regista e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Esordisce nel cinema come regista del film Porto (1928). È autore del soggetto del film del 1938 di Guido Brignone Sotto la croce del sud, con Doris Duranti. Nel 1940 firma la sceneggiatura del film d'avventura La conquista dell'aria, diretto da Romolo Marcellini, con Andrea Checchi. Dirige il suo primo lungometraggio nel 1942 con La fabbrica dell'imprevisto, con Maurizio D'Ancora e Vera Bergman, del quale scrive anche la sceneggiatura.

L'avventuroso La rivale dell'imperatore, con Valentina Cortese e il drammatico Due sorelle amano con Gaby Morlay, entrambi del 1951, sono gli altri due film da lui diretti.

Dal 1964 fino alla sua morte scrive articoli sulla rivista di parapsicologia Luce e Ombra.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]