Italo Kuhne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Italo Kuhne (Napoli, 7 maggio 1930Napoli, 23 marzo 2001[1]) è stato un giornalista italiano.

Giornalista RAI, ha lavorato in particolare per la Redazione Sport del TG3 Campania dove effettuava i commenti alle partite della Nocerina, della Cavese e infine del Napoli, per 90º minuto e per la Domenica Sportiva, raccontando i due scudetti conquistati dai partenopei nelle stagioni 1986-1987 e 1989-1990.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Diplomato ISEF e laureato in giurisprudenza ha esercitato la professione di avvocato fino al 1974, collaborando, come giornalista pubblicista, con varie testate tra le quali Il Giornale, Roma, Radio Rai.

Carriera giornalistica[modifica | modifica wikitesto]

Abbandonata la carriera forense, diventa giornalista professionista, quando viene assunto in Rai per lavorare nella terza rete nel 1975.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

È stato tedoforo alle Olimpiadi di Roma nel 1960 ed ha ricevuto la stella d'argento del CONI al merito sportivo.[senza fonte]

Grande appassionato di sci, e a lui, che ha vinto più di un titolo ai campionati mondiali di sci dei giornalisti, è stato dedicato un trofeo sciistico che si assegna annualmente a Roccaraso.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

È morto nel 2001 a Napoli.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Brevi di cronaca Repubblica.it
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie