Irina Laško

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Irina Laško
Nazionalità URSS URSS
Russia Russia
Australia Australia
Tuffi Diving pictogram.svg
Specialità Trampolino (1 m, 3 m, 3 m sincro)
Squadra Melam Diving Club
Armiya Rossii, Yekaterinburg
Palmarès
URSS URSS
Mondiali di nuoto 0 1 0
Europei di nuoto 2 1 0
Squadra Unificata Squadra Unificata
Giochi olimpici 0 1 0
Russia Russia
Giochi olimpici 0 1 0
Mondiali di nuoto 2 1 0
Europei di nuoto 0 5 0
Australia Australia
Giochi olimpici 0 0 1
Mondiali di nuoto 1 0 0
Giochi del Commonwealth 2 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 21 marzo 2011

Irina Evgen'evna Laško cgt. Furler (in russo: Ирина Евгеньевна Лашко?; Samara, 25 gennaio 1973) è una tuffatrice australiana di origine sovietica, che ha gareggiato per URSS, Russia e, infine, Australia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu presente in quattro edizioni dei Giochi olimpici per altrettante rappresentative: per l'URSS a Seul nel 1988, per la Squadra Unificata (ex-URSS) a Barcellona nel 1992, per la Russia ad Atlanta nel 1996 e infine per l'Australia ad Atene nel 2004.

In tali partecipazioni conquistò tre medaglie: argento nel trampolino da tre metri per la Squadra Unificata a Barcellona e per la Russia ad Atlanta, e bronzo nel trampolino da tre metri sincro per l'Australia ad Atene.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Barcellona 1992: Giochi della XXVI Olimpiade
Atlanta 1996: argento nel trampolino 3 m.
Atene 2004: bronzo nel trampolino 3 m sincro.
Perth 1991: argento nel trampolino 3 m.
Perth 1998: oro nel trampolino 1 m e 3 m.
Fukuoka 2001: argento nel trampolino 3 m.
Barcellona 2003: oro nel trampolino 1 m.
Bonn 1989: oro nel trampolino 1 m.
Atene 1991: oro nel trampolino 1 m e argento nel trampolino 3 m.
Sheffield 1993: argento nel trampolino 1 m.
Siviglia 1997: argento nel trampolino 1 m e nel trampolino 3 m sincro.
Istanbul 1999: argento nel trampolino 1 m e nel trampolino 3 m.
Manchester 2002: oro nel trampolino 1 m e 3 m.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]