I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That)
ArtistaMeat Loaf
Tipo albumSingolo
Pubblicazione15 settembre 1993
Durata12:01 (versione album)
5:43 (versione radiofonica)
Album di provenienzaBat Out of Hell II: Back into Hell
GenereRock progressivo
Hard rock
EtichettaOcean Way Recording
ProduttoreJim Steinman
Certificazioni
Dischi d'oroSvizzera Svizzera[1]
(vendite: 25 000+)
Dischi di platinoAustralia Australia (2)[2]
(vendite: 140 000+)
Austria Austria[3]
(vendite: 50 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[4]
(vendite: 15 000+)
Regno Unito Regno Unito[5]
(vendite: 600 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[6]
(vendite: 1 000 000+)
Meat Loaf - cronologia
Singolo precedente
Rock 'n' Roll Mercenaries
(1986)
Singolo successivo
Bat Out of Hell
(1993)

I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That) è un singolo discografico scritto e composto da Jim Steinman e interpretato dal cantante statunitense Meat Loaf. Il brano è pubblicato come primo singolo estratto dall'album Bat Out of Hell II: Back into Hell nel 1993.

Collaborazione femminile[modifica | modifica wikitesto]

Gli ultimi versi della canzone sono interpretati da un'artista femminile accreditata come Mrs. Loud, che è la cantante nordirlandese Lorraine Crosby. Lei non appare nel video ufficiale, in cui la voce è simulata da Dana Patrick. Nelle apparizioni live il singolo è cantato da Meat Loaf con Patti Russo.

Il successo[modifica | modifica wikitesto]

La canzone ha avuto un grande successo, raggiungendo la prima posizione delle classifiche di 28 Paesi.[7] Il singolo è stato certificato platino dalla RIAA negli Stati Uniti, mentre nel Regno Unito è stato il singolo più venduto dell'anno 1993.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Il singolo si è aggiudicato il Grammy Award alla miglior interpretazione vocale rock solista.

Il video[modifica | modifica wikitesto]

Il videoclip del brano è stato diretto da Michael Bay ed è stato girato in California. La storia del video è ispirata a quella de La bella e la bestia e vede Meat Loaf nel ruolo della bestia.

Il video ha anche un seguito. Infatti il video della canzone I'd Lie for you (And that's The truth), contenuto nell'album successivo Welcome To the Neighborhood, inizia proprio dove finisce il video di I'd do anything for love (But I won't do that) ma con un'ispirazione palese ad Indiana Jones.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

UK CD Singolo
  1. I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That) – 7:52
  2. Back into Hell – 2:45
  3. Everything Louder than Everything Else (live) – 9:18
US 45 giri/cassetta singolo
  1. I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That) (single edit) – 5:09
  2. I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That) (edit) – 6:36

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1993) Posizione
Austria[30] 20
Australia[31] 1
Belgio (Fiandre)[32] 51
Canada[33] 10
Germania[34] 17
Nuova Zelanda[35] 6
Paesi Bassi[36] 6
Regno Unito[37] 1
Stati Uniti[38] 36
Classifica (1994) Posizione
Austria[39] 14
Belgio (Fiandre)[40] 56
Germania[41] 20
Stati Uniti[42] 38
Svizzera[43] 32

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Hung Medien, The Official Swiss Charts and Music Community: Awards (Meat Loaf; 'I'd Do Anything for Love'), su swisscharts.com. URL consultato l'11 agosto 2014.
  2. ^ (EN) ARIA Accreditations (1987-2010), ARIA Charts. URL consultato l'11 agosto 2014.
  3. ^ Austrian single certifications – Meat Loaf – I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That), IFPI Austria. URL consultato l'11 agosto 2014.
  4. ^ Dean Scapolo, The Complete New Zealand Music Charts: 1966–2006, Wellington, Dean Scapolo and Maurienne House, 2007, ISBN 978-1-877443-00-8.
  5. ^ (EN) BRIT Certified, British Phonographic Industry. Digitare "Meat Loaf" in "Keywords", dunque premere "Search".
  6. ^ (EN) Meat Loaf – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 13 maggio 2015.
  7. ^ web archive
  8. ^ (EN) Australian Charts – Meat Loaf – I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That), australiancharts.com.
  9. ^ (DE) Austrian Charts – Meat Loaf – I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That), austriancharts.at.
  10. ^ (NL) Ultratop Charts – Meat Loaf – I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That), Ultratop.
  11. ^ (EN) Top Singles - Volume 58, No. 16, October 30, 1993, su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato l'11 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2015).
  12. ^ Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - Eurochart Hot 100, Billboard, 15 gennaio 1994, p. 37. URL consultato l'11 agosto 2014.
  13. ^ (FR) French Charts – Meat Loaf – I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That), lescharts.com.
  14. ^ (FI) Timo Pennanen, Sisältää hitin - levyt ja esittäjät Suomen musiikkilistoilla vuodesta 1972, 1ª ed., Helsinki, Tammi, 2006, ISBN 978-951-1-21053-5.
  15. ^ (DE) German Charts – Meat Loaf – I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That), offiziellecharts.de.
  16. ^ Irish Recorded Music Association, Search the Charts - I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That), Fireball Media. URL consultato il 15 luglio 2014.
  17. ^ (EN) Norwegian Charts – Meat Loaf – I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That), norwegiancharts.com.
  18. ^ (EN) New Zealand Charts – Meat Loaf – I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That), charts.org.nz.
  19. ^ (NL) Dutch Charts – Meat Loaf – I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That), dutchcharts.nl.
  20. ^ (EN) Chart Archive – Meat Loaf – I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That), Chart Stats.
  21. ^ Fernando Salaverri, Sólo éxitos: año a año, 1959–2002, 1ª ed., Spagna, Fundación Autor-SGAE, settembre 2005, ISBN 84-8048-639-2.
  22. ^ (EN) Meat Loaf – Chart History, Billboard. URL consultato l'11 agosto 2014.
  23. ^ (EN) Meat Loaf – Chart History (mainstream rock), Billboard. URL consultato l'11 agosto 2014.
  24. ^ (EN) Meat Loaf – Chart History (adult contemporary), Billboard. URL consultato l'11 agosto 2014.
  25. ^ (EN) Meat Loaf – Chart History (pop songs), Billboard. URL consultato l'11 agosto 2014.
  26. ^ (EN) Meat Loaf – Chart History (rhythmic songs), Billboard. URL consultato l'11 agosto 2014.
  27. ^ (EN) Meat Loaf – Chart History (radio songs), Billboard. URL consultato l'11 agosto 2014.
  28. ^ (EN) Swedish Charts – Meat Loaf – I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That), swedischcharts.com.
  29. ^ (DE) Swiss Charts – Meat Loaf – I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That), hitparade.ch.
  30. ^ (DE) Austriancharts – Jahreshitparade 1993, Austriancharts.at. URL consultato l'11 agosto 2014.
  31. ^ (EN) ARIA Charts - End Of Year Charts - Top 50 Singles 1993, ARIA Charts. URL consultato l'11 agosto 2014.
  32. ^ (NL) Jaaroverzichten 1993, su Ultratop.be/nl, ULTRATOP & Hung Medien / hitparade.ch.. URL consultato l'11 agosto 2014.
  33. ^ (EN) Top Singles - Volume 58, No. 23, December 18 1993, su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato l'11 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 28 gennaio 2015).
  34. ^ (DE) Single – Jahrescharts 1993, offiziellecharts.de. URL consultato l'11 agosto 2014.
  35. ^ (EN) Top Selling Singles of 1993, Recording Industry Association of New Zealand. URL consultato l'11 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 10 febbraio 2015).
  36. ^ (NL) Jaaroverzichten 1993, su dutchcharts.nl. URL consultato l'11 agosto 2014.
  37. ^ (EN) The biggest song of every year revealed, The Official Charts Company. URL consultato l'11 agosto 2014.
  38. ^ (EN) Billboard Top 100 - 1993, su longboredsurfer.com. URL consultato l'11 agosto 2014.
  39. ^ (DE) Austriancharts – Jahreshitparade 1994, Austriancharts.at. URL consultato l'11 agosto 2014.
  40. ^ (NL) Jaaroverzichten 1994, su Ultratop.be/nl, ULTRATOP & Hung Medien / hitparade.ch.. URL consultato l'11 agosto 2014.
  41. ^ (DE) Single – Jahrescharts 1994, offiziellecharts.de. URL consultato l'11 agosto 2014.
  42. ^ Billboard Top 100 - 1994, su longboredsurfer.com. URL consultato l'11 agosto 2014.
  43. ^ (DE) Schweizer Jahreshitparade 1994, su Hitparade.ch, Hung Medien. URL consultato il 19 ottobre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock