Hipposideros doriae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Hipposideros doriae
Immagine di Hipposideros doriae mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Hipposideridae
Genere Hipposideros
Specie H.doriae
Nomenclatura binomiale
Hipposideros doriae
Peters, 1871
Sinonimi

H.sabanus

Hipposideros doriae (Peters, 1871) è un pipistrello della famiglia degli Ipposideridi diffuso nell'Ecozona orientale.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Pipistrello di piccole dimensioni, con la lunghezza dell'avambraccio tra 34 e 37 mm e un peso fino a 6 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

Le parti dorsali variano dal bruno-grigiastro scuro al marrone, mentre le parti ventrali sono più chiare. Le orecchie sono larghe, arrotondate e con la punta smussata. La foglia nasale presenta una porzione anteriore stretta e con un incavo centrale alla base, un setto nasale rigonfio, con due alette laterali che non coprono le narici, una porzione posteriore elevata, con il margine superiore semi-circolare e priva di setti longitudinali. È presente una sacca frontale in entrambi i sessi. Le membrane alari sono marroni. La coda è lunga e si estende leggermente oltre l'ampio uropatagio.

Ecolocazione[modifica | modifica wikitesto]

Emette ultrasuoni ad alto ciclo di lavoro sotto forma di impulsi a frequenza costante di 195-200 kHz.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di insetti.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è diffusa nella Penisola malese, Sumatra e Borneo.

Vive nelle foreste primarie fino a 1.500 metri di altitudine.

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List, considerato che si tratta di una specie rara e localizzata soltanto all'interno di macchie di foresta intatta e non è noto il declino alla quale è soggetta, classifica H.doriae come specie prossima alla minaccia (NT).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Bates, P., Francis, C., Kingston, T., Gumal, M. & Walston, J. 2008, Hipposideros doriae, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2017.3, IUCN, 2017.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Hipposideros doriae, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Francis, 2008

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Charles M.Francis & Junaidi Payne, A Field guide to the Mammals of Borneo, Sabah Society, Malaysia, 1985, ISBN 9789679994711.
  • Charles M.Francis, A Guide to the Mammals of Southeast Asia, Princeton University Press, 2008, ISBN 9780691135519.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi