Henri-Charles Puech

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Henri-Charles Puech (Montpellier, 20 luglio 190211 gennaio 1986) è stato uno storico delle religioni francese. Interessato soprattutto agli gnostici, diede importanti contributi nello studio del manicheismo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Filosofo di formazione, agli inizi si interessò della filosofia Ellenica, in particolare del Neoplatonismo e dell'Ermetismo, prima di rivolgersi allo studio delle dottrine cristiane dei primi secoli, disciplina che insegnò a lungo presso l'École Pratique des Hautes Études. I suoi insegnamenti ebbero in Francia grande influenza sullo sviluppo degli studi sulla Patristica, nella seconda metà del XX secolo. Ma fu soprattutto per i suoi studi sulla storia del Manicheismo e di diversi sistemi del pensiero gnostico, in seguito alla scoperta di nuovi documenti, che egli ottenne fama internazionale.
Dal 1952 al 1972 ricoprì la cattedra di Storia delle Religioni al Collège de France.
Fu Presidente dell'Académie des Inscriptions et Belles-Lettres, Presidente dell'Institut de France, membro della British Academy e presiedette, dal 1950 al 1965, l'Associazione Internazionale per lo studio della Storia delle Religioni, dopo aver per molto tempo collaborato con la "Rivista di Storia delle Religioni", che per un periodo diresse.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Le Manichéisme. Paris 1949
  • Le Manichéisme. in: l'Histoire des religions, tomo II. Opera collettiva da lui diretta. Gallimard, (Colléction folio essai). Paris, 1972.
  • "Manichéisme", voce dell'Encyclopédia Universalis.
  • Histoire des religions. Gallimard (Collana Bibliothèque de la Pléiade). Paris, 1970, 3 vol. Compendio della storia di tutte le religioni del mondo. [Ormai disponibile solo in edizione tascabile]
  • Enquête de la gnose. Gallimard. Paris, 1978
  • Sur le manichéisme et autres essais. Flammarion (Collana Idées et recherches). Paris, 1979

Lauree honoris causa e incarichi[modifica | modifica wikitesto]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale dell'Ordine della Legion d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine della Legion d'Onore
— 1963
Commendatore dell'Ordine Nazionale al Merito - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine Nazionale al Merito
— 1969
Commendatore dell'Ordine delle Palme Accademiche - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine delle Palme Accademiche
— 1965

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN36923406 · LCCN: (ENn87810715 · ISNI: (EN0000 0001 2128 0548 · GND: (DE17231514X · BNF: (FRcb11920761d (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie