Helga Dernesch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Helga Dernesch (Vienna, 3 febbraio 1939) è un mezzosoprano e soprano austriaco.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver compiuto gli studi al Conservatorio di Vienna, sua città natale, entrò a far parte della compagnia stabile del Stadttheater di Berna, dove esordì come mezzosoprano nel Boris Godunov di Musorgskij nel ruolo di Marina Mniszech (1961), e fino al 1963 poté cimentarsi in importanti ruoli di opere di Mozart, Verdi, Puccini, e soprattutto di Wagner; fra le interpretazioni wagneriane, fu dapprima Elsa ed Elisabetta, poi come Sieglinde e infine come Brunilde. Dal 1964 a 1965 a ha fatto parte della compagnia di canto del Teatro dell'opera di Wiesbaden e dal 1966 al 1969 di quella Teatro dell'opera di Colonia.

Esordì al Festspielhaus di Bayreuth, il teatro dedicato all'esecuzione delle opere di Wagner, nel 1965 come Wellgunde (mezzosoprano) nel Crepuscolo degli dei con Birgit Nilsson ed in Das Rheingold diretta da Karl Böhm ed una delle Fanciulle-Fiore di Klingsor in Parsifal (opera). Sempre a Bayreuth nel 1966 è Ortlinde in Die Walküre con Dame Gwyneth Jones diretta da Böhm, nel 1967 Elisabeth in Tannhäuser (opera) con Hermann Prey ed infine nel 1969 è Eva in Die Meistersinger von Nürnberg.

Da mezzo-soprano divenne soprano lirico e successivamente soprano drammatico. Nel 1967 fu Elisabetta nel Tannhäuser, ancora a Bayreuth, e Sieglinde nel tour del teatro di Bayreuth a Osaka. Ha poi cantato nella maggior parte dei teatri dell'opera, tra cui Zurigo, Salisburgo, Amsterdam, Glyndebourne, Londra, Parigi, San Francisco, New York e Chicago. Alla fine degli anni sessanta, Helga Dernesch era una delle interpreti favorite di Herbert von Karajan.

Debuttò nel Regno Unito nel 1968, a Edimburgo, come Gutrune nel Crepuscolo degli dei. Sempre a Edimburgo fu Leonore nel Fidelio nel 1970, Brünnhilde in Die Walküre ed nel Sigfrido e Marschallin in Der Rosenkavalier in lingua inglese con Janet Baker nel 1971, Cassandra e Ghost of Cassandra in Les Troyens in inglese, ed Isolde in Tristan und Isolde nel 1973. Nel 1970 a Londra fu Sieglinde in "Die Walküre" di Richard Wagner nella ripresa nel Coliseum Theatre e nel Royal Opera House diretta da Georg Solti. Ancora al Royal Opera House fu Chrysothemis in Elettra con Birgit Nilsson diretta da Solti nel 1972, Marschallin in Der Rosenkavalier diretta da Carlos Kleiber nel 1974, La moglie del tintore in Die Frau ohne Schatten diretta da Solti nel 1975, Herodias in Salomè ed Adelaide in Arabella di Richard Strauss con Lucia Popp diretta da Bernard Haitink nel 1986, Fricka in Das Rheingold diretta da Haitink nel 1988. Complessivamente la Dernesch prese parte fino al 1991 a 25 rappresentazioni al Covent Garden.

Al Wiener Staatsoper debuttò nel 1972 come Leonore in Fidelio. Sempre a Vienna nello stesso anno fu Die Feldmarschallin in Der Rosenkavalier con Ileana Cotrubas, nel 1976 Kassandra in Les Troyens con Christa Ludwig, nel 1978 Sieglinde in Die Walküre con Gwyneth Jones, nel 1979 Klytemnestra in Elettra (Strauss) con Birgit Nilsson, nel 1980 Die Amme in Die Frau ohne Schatten e Seine Mutter in Amahl und die nächtlichen Besucher di Gian Carlo Menotti, nel 1986 Herodias in Salomè (opera) e Prinz Orlofsky in Die Fledermaus, nel 1988 Fricka in Die Walküre con Gundula Janowitz e Hildegard Behrens ed infine nel 1996 Gräfin ne La dama di picche (opera). Complessivamente la Dernesch ha partecipato a 72 rappresentazioni viennesi.

Nel 1972 fu Marschallin nella ripresa nel Teatro Massimo Vittorio Emanuele di Palermo di Der Rosenkavalier di Richard Strauss con Tatiana Troyanos.

Al Grand Théâtre di Ginevra fu Chrysothemis in ) nel 1974 diretta da Wolfgang Sawallisch, Klytämnestra nella stessa opera con Gwyneth Jones nel 1986 e La Comtesse nella Dama di picche nel 2003. Al Teatro Verdi (Trieste) nel 1975 fu ancora Marschallin nella ripresa di "Der Rosenkavalier" e nel 1980 Brangania in Tristan und Isolde.

Nel 1976 fu Cassandre/son spectre nella prima rappresentazione integrale nella Staatsoper di Vienna di "Les Troyens" di Hector Berlioz con Christa Ludwig. Nel 1978 fu Goneril nella première nel Nationaltheater (Monaco di Baviera) di Lear di Aribert Reimann con Dietrich Fischer-Dieskau.

Dopo il 1980 circa Dernesch è tornata a cantare nuovamente come mezzosoprano. Al San Francisco Opera nel 1981 fu Goneril in Lear di Aribert Reimann, nel 1982 Herodias in Salomè, nel 1983 Fricka in Die Walküre con Gwyneth Jones, nel 1984 debutta i ruoli di Marfa nella ripresa di Khovanshchina di Modest Petrovič Musorgskij, Orlofsky in Die Fledermaus e di Erda in Sigfrido (opera), nel 1985 è la Seconda Norna ne Il crepuscolo degli dei con Éva Marton, nel 1990 Fricka in Das Rheingold, nel 1991 Klytemnestra in Elettra (Strauss) e nel 2001 Grandmother Buryjovka in Jenůfa di Leoš Janáček.

Nel 1982 cantò nella prima esecuzione assoluta nell'Opernhaus di Kiel del Requiem per voci di Aribert Reimann.

Nel 1985 debuttò nel Metropolitan Opera House di New York nel ruolo di Marfa nella ripresa di "Khovanshchina" di Modest Petrovič Musorgskij. Sempre al Met nel 1988 è Fricka in Das Rheingold, nel 1989 Orlofsky in Die Fledermaus, Herodias in Salomè (opera) con Éva Marton, la Seconda Norna ne Il crepuscolo degli dei con Hildegard Behrens e Christa Ludwig, Fricka in Die Walküre con Gwyneth Jones e La nutrice in Die Frau ohne Schatten, nel 1994 Madame de Croissy ne I dialoghi delle Carmelitane (opera) con Teresa Stratas ed Adelaide in Arabella di Richard Strauss con Kiri Te Kanawa e Natalie Dessay ed infine nel 1995 Leocadia Begbick in Ascesa e caduta della città di Mahagonny. Complessivamente la Dernesch prese parte a 73 rappresentazioni al Metropolitan.

Nel 1987 fu Erodiade nella prima rappresentazione di Salomè con Montserrat Caballé al Teatro alla Scala di Milano. Al Opéra National de Paris nel 1992 fu Klytämnestra in Elettra, nel 1994 Stolzius' Mutter in Die Soldaten di Bernd Alois Zimmermann, nel 1996 Herodias in Salomè (opera), nel 1998 Madame Larina in Eugene Oneguine ed infine nel 1999 La Comtesse in La dama di picche. Al Glyndebourne Festival Opera nel 1998 fu Kabanicha in Kát'a Kabanová e nel 1999 Ludmila ne La sposa venduta. Nel 1999 fu La contessa ne La dama di picche (opera) a Firenze.

Sposò il tenore austriaco Werner Krenn.

CD parziale[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 1146779 LCCN: n82153052