Harry Seeley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Harry Govier Seeley

Harry Govier Seeley (Londra, 18 febbraio 1839Kensington, 8 gennaio 1909) è stato un paleontologo britannico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio di Richard Hovill Seeley, un orefice, e della sua seconda moglie Mary Govier. Studiò alla Royal School of Mines, a Kensington, prima di diventare assistente di Adam Sedgwick al Woodwardian Museum di Cambridge, nel 1859. Si immatricolò come studente al Sidney Sussex College a Cambridge nel 1863.[1] Lasciò il lavoro sia al British Museum che al British Geological Survey per lavorare in proprio. Più tardi accettò un incarico come professore di geologia al King's College, Cambridge e al Bedford College (London) (1876). In seguito fu docente di geologia e fisiologia al Dulwich College e professore di geologia e mineralogia al King's College London (1896–1905).

Nel 1872 sposò Eleanora Jane, figlia di William Mitchell, di Bath. La loro figlia Maude sposò Arthur Smith Woodward, FRS.

È sepolto al Brookwood Cemetery.

Dinosauri[modifica | modifica wikitesto]

Determinò che i dinosauri erano suddivisi in due grandi gruppi, Saurischia e Ornithischia, basandosi sulla natura delle ossa e articolazione pelviche. Pubblicò il suoi risultati nel 1888, da una comunicazione che aveva inviato l'anno precedente.[2]

I paleontologi del periodo dividevano i Dinosauria in vari modi, a seconda della struttura dei loro piedi e della forma dei loro denti. La divisione di Seeley, tuttavia, ha superato la prova del tempo, anche se in realtà si è visto in seguito che gli uccelli sono discesi non dagli Ornithischia (anche da uccello), ma dai Saurischia (anche da lucertola). Seeley trovò i due gruppi così diversi che ne dedusse anche delle origini separate: fu solo negli anni 1980 che le nuove tecniche dell'analisi cladistica hanno mostrato che entrambi i gruppi di dinosauri in realtà derivano da antenato comuni nel Triassico.

Il suo popolare libro sugli pterosauri, Dragons of the Air (1901) ipotizzò che uccelli e pterosauri erano strettamente legati. La sua opinione che avessero un'origine in comune fu in seguito dimostrata (entrambi sono arcosauri) ma la parentela non era così stretta come pensava. Respinse la teoria di Richard Owen degli pterosauri come animali a sangue freddo che planavano lentamente, e comprese che erano a sangue caldo e con un volo attivo.

Fu eletto Fellow of the Royal Society nel giugno del 1879 per il suo lavoro sui rettili e sui dinosauri.[3] e pubblicò la Croonian Lecture nel 1887.

Seeley descrisse numerose specie di rettili fossili (soprattutto molti dinosauri), per lo più note attraverso frammenti, tra cui Eucercosaurus tanyspondylus, Orthomerus dolloi, Gigantosaurus megalonyx, Adriosaurus suessi, Priodontognathus phillipsi, Thecospondylus horneri, Cetarthrosaurus walkeri, Cryptosaurus eumerus, Thecocoelurus daviesi, Muraenosaurus leedsii, Picrocleidus beloclis, Anoplosaurus curtonotus, Mauisaurus haasti, Ornithodesmus cluniculus, Peloneustes philarchus, Mochlodon suessi. Seeley istituì inoltre alcune specie di terapsidi, come Phthinosuchus discors, Diademodon tetragonus, Aulacephalodon baini.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Seeley, Harry Govier, A Cambridge Alumni Database. University of Cambridge.
  2. ^ H. G. Seeley, On the Classification of the Fossil Animals Commonly Named Dinosauria, Proc. R. Soc. Lond. January 1, 1887 43:165–171; DOI10.1098/rspl.1887.0117. v. "Paper Dinosaurs" Archiviato il 27 settembre 2011 in Internet Archive. An Exhibition of Original Publications from the Collections of the Linda Hall Library.
  3. ^ Library and Archive catalogue, The Royal Society. URL consultato l'11 ottobre 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN93884993 · LCCN: (ENno2008110353 · ISNI: (EN0000 0000 8401 3941 · GND: (DE117444510