György Klimó

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
György Klimó
vescovo della Chiesa cattolica
Klimó György.jpg
BishopCoA PioM.svg
Incarichi ricoperti Vescovo di Pécs
Nato 9 aprile 1710, Lopassó
Ordinato presbitero 30 maggio 1733
Deceduto 2 maggio 1777, Pécs

György Klimó (Lopassó, 9 aprile 1710Pécs, 2 maggio 1777) è stato un vescovo cattolico ungherese.

Fu vescovo di Pécs, in Ungheria, promuovendo l'arte e la cultura in quella parte d'Europa.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 1710 a Lopassó, nella contea di Nyitra, da una povera famiglia di servi della gleba, aveva condotto gli studi a Nagyszombat. Ordinato sacerdote dal primate d'Ungheria Imre Esterházy dei padri eremiti di San Paolo (1663-1745) nel 1733 (per altre fonti nel 1735), nel 1737 era diventato canonico a Presburgo, facendosi apprezzare anche dalla regina d'Ungheria Maria Teresa, che nel 1747 lo avrebbe nominato referendario della Cancelleria ungherese.

Nel 1751 fu scelto per ricoprire la carica di vescovo di Pécs e quella di "főispán" della contea di Tolna e Baranya (la cerimonia di investitura si tenne a Pest nel 1752). Pécs ebbe così alla guida della sua diocesi "un grande promotore della cultura", "uno dei personaggi di più ampie vedute di tutto il periodo barocco ungherese". Durante il suo episcopato, Klimó si mostrò sempre molto attento ai bisogni della sua diocesi, preparando con cura le visite pastorali. Fece costruire circa 70 nuove chiese e 63 scuole popolari, incrementò gli studi nel locale seminario, dove - tra 1751 e 1754 – insegnò teologia anche l'illustre scolopio Antal Bajtay (1771-1773).

Nel 1771 riuscì a far impiantare sui suoi possedimenti una cartiera e nel 1773 aprì anche una tipografia. Klimó inviò i migliori elementi del suo clero diocesano a studiare al Collegio Germanico-Ungarico di Roma.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Maurizio Tani, La rinascita culturale del ‘700 ungherese. Le arti figurative nella grande committenza ecclesiastica, Roma, 2005

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN30472998 · GND: (DE124517625