Gran Premio del Valentino 1955

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Italia Gran Premio del Valentino 1955
Gara extra Campionato
1955Turin.jpg
Data 27 marzo 1955
Nome ufficiale VII Gran Premio del Valentino
Luogo Parco del Valentino, Torino
Percorso 4,200 km
Circuito cittadino
Distanza 90 giri, 378,000 km
Risultati
Pole position Giro più veloce
Italia Alberto Ascari Francia Jean Behra
Lancia in 1:42.0 Maserati in 1:43.1
Podio
1. Italia Alberto Ascari
Lancia
2. Argentina Roberto Mieres
Maserati
3. Italia Luigi Villoresi

Terzo_Team = Lancia

Il Gran Premio del Valentino 1955, conosciuto anche come 7º Gran Premio del Valentino[1], è stata una gara extra-campionato di Formula 1 tenutasi il 27 marzo, 1955 al Parco del Valentino di Torino. La corsa, disputatasi su un totale di 90 giri, fu vinta da Alberto Ascari su Lancia D50.

Gara[modifica | modifica wikitesto]

Resoconto[modifica | modifica wikitesto]

Alla partenza Ascari, partito dalla pole, si fece sorprendere dalle Maserati di Luigi Musso, Roberto Mieres e Jean Behra, il quartetto di piloti rimase compatto per le prime fasi di gara poi, al ventunesimo giro Musso, che era al comando, uscì di pista, fortunatamente senza conseguenze per il pilota, a causa della rottura di un tubo dell'olio[2] e lasciò il comando ad Ascari. Nonostante gli sforzi dell'argentino Mieres, che si piazzerà al secondo posto finale, i successivi ritiri di Behra e le noie meccaniche che afflissero le Ferrari consegnarono il primo storico successo per la Scuderia Lancia in un Gran Premio di Formula 1 sancendo anche il ritorno alla vittoria nella massima serie automobilistica del due volte campione del mondo, il cui ultimo successo risaliva al Gran Premio iridato di Svizzera del 1953.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Musso al comando davanti ad Ascari nelle prime fasi di corsa
La Lancia D50 di Ascari in azione sul circuito torinese
Pos Nr Pilota Vettura Giri Tempo/Ritiro
1 6 Italia Alberto Ascari Lancia D50 90 2h40:21.2
2 32 Argentina Roberto Mieres Maserati 250F 90 + 27.1
3 30 Italia Luigi Villoresi Lancia D50 90 + 1:44.2
4 22 Italia Eugenio Castellotti Lancia D50 90 + 1:44.8
5 20 Stati Uniti Harry Schell Ferrari 625 87 + 3 giri
6 36 Francia Louis Rosier Maserati 250F 79 + 11 giri
7 26 Italia Berardo Taraschi Ferrari 166 79 + 11 giri
8 18 Francia Maurice Trintignant Ferrari 625 75 + 15 giri
9 14 Thailandia Prince Bira Maserati 250F 66 + 24 giri
Rit 12 Italia Lorenzo Girard Ferrari 500 44 Guasto
Rit 10 Spagna Alfonso de Portago Ferrari 625 34 Carter
Rit 2 Italia Giuseppe Farina Ferrari 625 22 Cambio
Rit 34 Italia Luigi Musso Maserati 250F 21 Perdita d'olio
Rit 8 Francia Jean Behra Maserati 250F 12 Sospensione
Rit 24 Italia Cesare Perdisa Maserati 250F 12 Sospensione
NP 4 Italia Sergio Mantovani Maserati 250F Incidente in prova
NA 16 Italia Ottorino Volonterio Maserati A6GCM Iscrizione annullata
NA 28 Italia Mario Alborghetti Maserati 4CLT/48 Auto non pronta

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

Resoconto[modifica | modifica wikitesto]

La giornata di prove ufficiali del sabato fu caratterizzata dal terribile incidente occorso al pilota milanese Sergio Mantovani all'ingresso del sottopasso nella zona nord del circuito. La Maserati 250F guidata dal giovane corridore urtò con la ruota posteriore destra il marciapiede iniziando così una serie di paurose piroette e sbalzando Mantovani dall'abitacolo.[3] Nell'urto con l'asfalto il pilota subì solamente la frattura del setto nasale ma la vettura fuori controllo andò a schiacciarne la gamba sinistra e nonostante gli sforzi dei medici l'arto sarebbe stato poi amputato per poter salvare la vita dello sfortunato pilota Maserati.[4]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Il team Lancia in un momento di relax durante le prove: da sinistra Villoresi, Ascari, Castellotti e l'ingegner Vittorio Jano
Fila Pos Pilota Vettura Tempo
I fila Italia Alberto Ascari Lancia 1:42.0
Francia Jean Behra Maserati 1:42.2
Italia Luigi Musso Maserati 1:43.1
II fila Italia Giuseppe Farina Ferrari 1:44.2
Argentina Roberto Mieres Maserati 1:44.2
III fila Italia Luigi Villoresi Lancia 1:44.2
Francia Maurice Trintignant Ferrari 1:44.3
Italia Eugenio Castellotti Lancia 1:44.4
IV fila Stati Uniti Harry Schell Ferrari 1:45.4
10° Italia Cesare Perdisa Maserati 1:46.2
V fila 11° Spagna Alfonso de Portago Ferrari 1:47.3
12° Francia Louis Rosier Maserati 1:48.2
13° Thailandia Prince Bira Maserati 1:48.4
VI fila 14 Italia Berardo Taraschi Ferrari 1:56.3
15° Italia Lorenzo Girard Ferrari 2:11.3
VII fila 16° Italia Sergio Mantovani Maserati Incidente

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gran Premi fuori campionato del mondo, su statsf1.com. URL consultato il 21 aprile 2012.
  2. ^ Paolo Bertoldi, Giro per giro lotta serrata, in Stampa Sera, 28 marzo 1955, p. 4. URL consultato il 9 marzo 2012.
  3. ^ Ansia nella notte per Mantovani, in Stampa Sera, 28 marzo 1955, p. 5. URL consultato il 22 aprile 2012.
  4. ^ Il dramma del giovane corrdiore cui è stata amputata una gamba, in La Nuova Stampa, 29 marzo 1955, p. 2. URL consultato il 22 aprile 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]