Graham Vivian Sutherland

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
arazzo del Cristo in gloria, Cattedrale di Coventry

Graham Vivian Sutherland (Londra, 24 agosto 1903Mentone, 17 febbraio 1980) è stato un pittore inglese.

Può essere considerato fra i capiscuola della pittura britannica contemporanea. Iniziò come incisore risentendo dell'influsso di Blake e insegnò incisione alla Scuola d'Arte di Chelsea.

Illustrò libri, disegnò costumi e scenografie per il teatro, indi, dal 1936, si dedicò alla pittura dando del surrealismo una versione originalissima e tipicamente inglese in cui sono presenti influssi di Klee, Lam e Picasso.

Nel primo periodo lavorò su un'idea di paesaggio trasformando le forme vegetali e minerali in specie di totem che emergono minacciosi dal fondo unito in un clima denso di suggestioni psicoanalitiche. Durante la guerra fu incaricato, assieme ad altri artisti, tra cui Moore e Nash, di illustrare episodi della vita londinese nel periodo bellico. Egli ne diede una interpretazione personalissima, dipingendo allucinanti visioni di Londra e del Galles devastati dai bombardamenti.

È il periodo in cui l'artista intensifica l'interesse sullo studio della figura umana, attraverso cui perverrà poi alla dolorosa Crocifissione per la Chiesa di St. Matthew di Northampton e ai numerosi bozzetti eseguiti dal 1952 al 1961 per l'arazzo del Cristo in gloria nella Cattedrale di Coventry.

Negli anni seguenti tornò, con Forme in piedi e Teste, alle indagini dell'inconscio: ne sono costanti il tema del dolore (motivo ricorrente delle spine), le allusioni al fascino dell'inatteso e un senso di persistente angoscia esistenziale permeata di ossessioni ancestrali (altro motivo ricorrente di insetti e mostri). L'artista è famoso anche per i suoi ritratti di persone celebri: William Somerset Maugham, Winston Churchill ed altri.

Presente come espositore alla Biennale di Venezia del 1952 e alla Biennale di San Paolo nel 1955, una grande mostra antologica della sua opera venne allestita in Italia nel 1965 alla Galleria d'Arte moderna di Torino. Controllo di autorità VIAF: 41998183 LCCN: n80005090

pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura