Gneo Papirio Carbone (console 85 a.C.)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gneo Papirio Carbone
Roman SPQR banner.svg Console della Repubblica romana
Nome originale Cnaeus Papirius Carbo
Gens Papiria
Padre Gneo Papirio Carbone
Consolato 85 a.C.
84 a.C.
82 a.C.

Gneo Papirio Carbone (in latino: Cnaeus Papirius Carbo) (... – Marsala, 82 a.C.) fu un uomo politico della Repubblica Romana e console romano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di Gneo Papirio Carbone console nel 113 a.C., fu a sua volta console per tre volte, nell'85, 84 e 82 a.C. Militò attivamente nelle file dei populares in funzione anti-sillana.

Nell'85 a.C. fu scelto da Lucio Cornelio Cinna come console collega e con Cinna si adoperò attivamente per la costituzione di un esercito in quel di Ancona, esercito che avrebbe dovuto combattere contro i legionari di Silla usciti vincitori dalla prima guerra mitridatica. Con quest'obiettivo i due consoli furono rieletti anche l'anno successivo ma il progetto fallì con l'ammutinamento dei soldati che arrivarono a uccidere Cinna.

Divenuto console per la terza volta nell'82 a.C., collega Gaio Mario il Giovane, Carbone fu il principale oppositore militare di Silla lungo le vicende della guerra civile, visto che subito dopo la sconfitta nella piana di Sacriporto, Mario il Giovane si rifugiò dentro le mura di Preneste.

Dopo la battaglia di Porta Collina, che segnò la definitiva sconfitta dei mariani, Carbone prima riparò in Africa poi sull'isola di Pantelleria, dove fu catturato da Pompeo Magno che lo trasse in catene nella prigione di Marsala, dove fu giustiziato, affrontando la morte e piangendo come una donna.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Livio, Periochae ab Urbe condita libri, 89.2.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Smith, William, "Carbo 3", Dictionary of Greek and Roman Biography and Mythology v. 1, pp. 611-612
Predecessore Console romano Successore Consul et lictores.png
Lucio Cornelio Cinna II
e
Gaio Mario VII
85 a.C.
con Lucio Cornelio Cinna III
Lucio Cornelio Cinna IV
e
Gneo Papirio Carbone II
I
Lucio Cornelio Cinna III
e
Gneo Papirio Carbone
84 a.C.
con Lucio Cornelio Cinna IV
Lucio Cornelio Scipione Asiatico
e
Gaio Norbano
II
Lucio Cornelio Scipione Asiatico
e
Gaio Norbano
82 a.C.
con Gaio Mario il giovane
Gneo Cornelio Dolabella
e
Marco Tullio Decula
III