Giuseppe Nenci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giuseppe Nenci

Giuseppe Nenci (Cuneo, 17 aprile 1924Pisa, 29 dicembre 1999) è stato uno storico, filologo classico, archeologo e grecista italiano, professore di Storia greca presso la Scuola Normale Superiore di Pisa.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Come archeologo ha diretto gli scavi condotti dalla Scuola Normale nelle aree archeologiche di Rocca d'Entella e Segesta.

Oltre alla sua opera di ricerca scientifica va ascritto a suo merito il recupero delle tavole bronzee di Entella, in collaborazione con l'Arma dei carabinieri: le preziose iscrizioni, contenenti i cosiddetti "decreti di Entella e Nakone", erano state oggetto di scavi clandestini a cui era seguito l'illegale trafugamento all'estero.

A lui è dedicato l'antiquarium dell'antica Entella e il Laboratorio informatico per le lingue antiche "Giuseppe Nenci" (LILA), presso la Scuola Normale, da lui fondato nel 1990 e diretto fino alla morte.[1][2]

In sua memoria la Scuola Normale assegna ogni anno il Premio "Giuseppe Nenci", "alla migliore tesi di laurea, di specializzazione o di dottorato dedicata a problematiche storico-archeologiche della Sicilia occidentale, con particolare riferimento all'area elima". È stato professore all'università di Lecce.[3]

Presso la stessa Scuola è attivo il Laboratorio di Storia, Archeologia e Topografia del Mondo Antico da lui fondato il 17 febbraio 1984, diretto dal 2001 da Carmine Ampolo[4]

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pagina del LILA Archiviato il 29 ottobre 2008 in Internet Archive. dal sito della SNS.
  2. ^ Giuseppe Nenci Archiviato il 29 maggio 2008 in Internet Archive. dal LILA, Laboratorio informatico per le lingue antiche "Giuseppe Nenci".
  3. ^ News Archiviato l'11 dicembre 2008 in Internet Archive. del Premio "Giuseppe Nenci" 2008.
  4. ^ Laboratorio di Storia, Archeologia e Topografia del Mondo Antico Archiviato il 2 febbraio 2009 in Internet Archive. della SNS.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN110197268 · ISNI (EN0000 0001 2103 8241 · SBN IT\ICCU\CFIV\015402 · LCCN (ENn79124613 · GND (DE119347385 · BNF (FRcb12037893s (data) · BNE (ESXX1531692 (data) · BAV (EN495/142622 · WorldCat Identities (ENlccn-n79124613