Giuliano Toraldo di Francia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giuliano Toraldo di Francia (Firenze, 17 settembre 1916Firenze, 26 aprile 2011) è stato un fisico e filosofo italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio del generale e geografo Orazio e di Gina Mazzoni, Giuliano Toraldo di Francia è stato professore ordinario di fisica superiore presso l'Università di Firenze dal 1971 al 1991, venendo nominato professore emerito nel 1992[1]. È stato direttore dell'Istituto di ricerche sulle onde elettromagnetiche del CNR e presidente della Società italiana di fisica dal 1968 al 1973. Oltre all'attività scientifica, si è occupato di filosofia della scienza.

È stato anche presidente della Società italiana di logica e filosofia della scienza, del Forum per i problemi della pace e della guerra e della Scuola di musica di Fiesole.

Contributi scientifici[modifica | modifica sorgente]

Si è occupato variamente di fisica matematica, di ottica, di microonde, di laser, di meccanica quantistica, di fondamenti della fisica. Tra i contributi principali sono da ricordare, nel campo dell'ottica, la formulazione del principio dell'interferenza inversa e la dimostrazione sperimentale dell'esistenza delle onde evanescenti (evanescent waves).

I suoi contributi più recenti hanno riguardato la divulgazione della filosofia della scienza e i rapporti tra scienza e società e tra cultura scientifica e cultura umanistica. È stato anche uno dei traduttori in italiano del manuale La fisica di Feynman (tit. orig: Feynman Lectures on Physics), opera di Richard Feynman.

Era un appassionato dantista. È padre dell'architetto Cristiano Toraldo di Francia.

Opere principali[modifica | modifica sorgente]

  • Onde elettromagnetiche (con Piero Bruscaglioni), Zanichelli, 1953
  • La diffrazione della luce, Einaudi, 1958
  • L'indagine del mondo fisico, Einaudi, 1976
  • Il rifiuto. Considerazioni semiserie di un fisico sul mondo di oggi e di domani, Einaudi, 1978
  • Le teorie fisiche (con Maria Luisa Dalla Chiara), Bollati Boringhieri, 1981
  • L'amico di Platone, Vallecchi, 1985
  • Le cose e i loro nomi, Laterza, 1986
  • La scimmia allo specchio, Laterza, 1988
  • Un universo troppo semplice. La visione storica e la visione scientifica del mondo, Feltrinelli, 1990
  • Tempo cambiamento invarianza, Einaudi, 1994
  • Dialoghi di fine secolo (con Piero Angela), Giunti, 1996, ISBN 88-09-20838-2
  • Ex absurdo. Riflessioni di un fisico ottuagenario, Feltrinelli, 1997
  • In fin dei conti, Di Renzo Editore, 1997
  • Il pianeta assediato. Conversazione di fine millennio (con Renzo Cassigoli), Le lettere, 1999
  • Introduzione alla filosofia della scienza (con Maria Luisa Dalla Chiara), Laterza, 2000

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Elenco dei Professori Emeriti ed Onorari dell'Università degli studi di Firenze

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Elena Castellani, «Nodi d'invarianti: l'eredità intellettuale di Giuliano Toraldo di Francia, scienziato umanista», in Le Scienze n. 521 (gennaio 2012), p. 16
  • Evandro Agazzi, «Ricordo di Carlo Felice Manara e Giuliano Toraldo di Francia», in Epistemologia, 34, 2011, n. 2, pp. 259-268

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]