Giovanni Paladino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni Paladino
Giovanni Paladino.jpg

Senatore del Regno d'Italia
Legislature XXII

Dati generali
Professione fisiologo

Giovanni Michelangelo Paladino (Potenza, 24 aprile 1842Napoli, 25 gennaio 1917) è stato un fisiologo e politico italiano, studioso dell'anatomia e della fisiologia delle ovaie e della placenta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Saverio e Gaetana Sileo, in gioventù, ancora studente di medicina, aderì alla rivoluzione risorgimentale, partecipando ai moti di Napoli nell'agosto 1860. Ripresi gli studi e conseguita la laurea, nel 1861 Paladino vinse un concorso di assistente di Anatomia e Fisiologia Sperimentale presso la Scuola Superiore di Medicina Veterinaria a Napoli, affiancando il professor Antonio De Martino.

Quando De Martino passò alla docenza di Patologia Generale, Paladino lo seguì divenendo incaricato e straordinario per poi assumere il ruolo d'insegnamento ordinario e la direzione della facoltà, elevandone il prestigio.

Sentendo il bisogno di perfezionarsi, nel 1867 si spostò in Germania per seguire corsi presso i principali laboratori di Fisiologia e, successivamente, tenne lezioni private di istologia e fisiologia e fu nominato insegnante di fisiologia presso l'università di Napoli. Divenne poi membro Consiglio della Pubblica Istruzione e rettore dell'Ateneo napoletano.

Si diede alla ricerca dell'ovogenesi, sulla placentazione nelle donne e nei mammiferi, sulle multiple sorgenti del sangue e sul sistema nervoso centrale. Dai suoi studi presero spunto medici come Salvatore Tommasi, Jacob Moleschott, Claude Bernard e Ernst Wilhelm von Brücke. Descrisse il fascio di conduzione cardiaca, successivamente più noto con il nome di fascio di His (o fascio di Paladino-His).

Paladino fu socio di alcune accademie nazionali e straniere e ricevette una laurea honoris causa al Rush Medical College di Chicago. Nel 1908 fu nominato senatore del regno d'Italia. Morì a Napoli nel 1917.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia
— giugno 1871
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia
Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dei SS. Maurizio e Lazzaro
— 15 gennaio 1893
Ufficiale dell'Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro
— 19 gennaio 1905

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Trattato di istologia speciale (1873)
  • Studio sulla fisiologia dell'ovaja (1879)
  • Istituzioni di fisiologia (1885)
  • Ulteriori ricerche sulla distruzione e rinnovamento continuo del parenshima ovarico nei mammiferi (1887)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN90376690 · SBN: IT\ICCU\TSAV\181663